Sogni e tracce del Maraviglioso

0

Fino al 1 aprile 2007 è possibile visitare, presso il Museo Civico di Storia Naturale “Giacomo Doria” di Genova, la mostra Sogni e tracce del Maraviglioso.
Organizzata nell’ambito del progetto Paul Klee: I Labirinti del Colore, è un evento originale che coniuga arte e scienza e propone una riflessione sul rapporto tra Paul Klee e la natura.
La natura è, infatti, elemento cruciale per il raggiungimento dello stile finale in cui Paul Klee si riconoscerà come pittore, stile conquistato attraverso il confronto con nature/culture diverse e la riscoperta del mondo creativo dell’infanzia. Lo spunto di partenza è la pietra arenaria, soggetto di molti acquerelli di Klee e che dell’artista segna le tappe fondamentali del cammino artistico, dalla Svizzera alla Tunisia.

La mostra si ispira alla natura “meravigliosa” di Klee, amplificazione e sviluppo della realtà, in cui Klee diventa il creatore di nuove flore e faune fantastiche, spesso rappresentate da una costellazione di segni e simboli primordiali.

Sono esposti lavori di Carla Iacono, Guido Geerts, Enrico Merli, selezionati per tecniche espressive differenti. Le opere di Carla Iacono e Guido Geerts (fotografia ed installazione) ci restituiscono una visione magica della natura, che si trasfigura e si arricchisce di tracce di “Maraviglia”, riportandoci alle Wunderkammern rinascimentali che comprendevano collezioni di naturalia e di prodigiosi manufatti umani.

Le illustrazioni di Enrico Merli ed alcune tele di grande formato ispirate al mondo delle fiabe ripropongono invece le atmosfere di un mondo fatato popolato di esseri fantastici, avvicinandosi a quel mondo dell’infanzia così amato da Klee per le sue caratteristiche primordiali: la creatività, la fantasia, l’anticonformismo.
Carla Iacono vive e lavora a Genova, utilizzando come medium espressivo la fotografia digitale e l’installazione. Espone dal 2004 in Italia ed all’estero, spesso in coppia con il marito, Guido Geerts. Il suo lavoro, a volte autobiografico, è incentrato sulle tematiche del corpo e della metamorfosi. Gli ultimi lavori indagano, come tema privilegiato, il delicato passaggio dall’infanzia all’adolescenza. Ha esposto in importanti collettive in Germania, Danimarca, Stati Uniti e Giappone.

Guido Geerts, nato a Gendringen (Olanda), dal 1990 vive e lavora a Genova. In Olanda ha collaborato con varie agenzie pubblicitarie, lavorando a progetti di grafica e fotografia. Dal 2003 ha ripreso l’attività artistica, interrotta al suo arrivo in Italia, dedicandosi principalmente alla fotografia concettuale.

Enrico Merli, nato a Genova, diplomato nel 1985 all’Accademia Ligustica di Belle Arti, è grafico pubblicitario e art director presso la casa editrice genovese Erga Edizioni. La sua esperienza editoriale e di grafica gli ha consentito di esprimere la sua creatività e sperimentare l’arte in tutte le sue tecniche. Vive a Cicagna in Valfontabuona.

Comments are closed.