Restaurato il polittico del Tinazzo di Soncino

0

Particolare polittico del Tinazzo di SoncinoAi lavori di restauro e di recupero del polittico di Santa Maria Nascente al Tinazzo di Soncino sarà dedicata una mostra che avrà luogo nelle sale espositive della Rocca Sforzesca di Soncino (CR) dal 14 aprile al 6 maggio 2007.

Lungo e meticoloso è stato il lavoro di restauro che ha interessato il polittico. Eseguito dalla Scuola Regionale per la Valorizzazione e il Restauro dei Beni Culturali di Botticino (Brescia), esso si è concluso con la ricollocazione dell’opera, nella sua interezza, nell’oratorio del Tinazzo.

Il piccolo oratorio di Santa Maria Nascente al Tinazzo sorge sulla sponda alignright dell’Oglio tra Soncino e Torre Pallavicina, in provincia di Cremona. Venne costruito nel 1510 per volontà testamentaria del conte Jacopo Covi. Si tratta di un piccolo edificio a una sola navata con abside, chiuso da facciata a capanna con portale a tutto sesto e loculo centrale. L’interno è composto da due vani quadrati con volta a ombrello divisi da un arco. I muri sono ampiamente ricoperti da affreschi a carattere votivo raffiguranti Santi e Madonne riferibili quasi tutti al secondo decennio del Cinquecento e opera di maestranze locali.
L’opera però più significativa dell’oratorio è il grande polittico, che fino a qualche anno fa era completamente illeggibile a causa di estese ridipinture e che era stato smontato e manomesso.

Il polittico di Santa Maria Nascente al Tinazzo di SoncinoIl polittico, eseguito intorno ai primi anni del Cinquecento si compone di una struttura in legno dorato a guisa di grande cornice all’interno della quale sono alloggiati otto dipinti su tavola.
La dedicazione dell’opera è alla Vergine Maria, rappresentata al centro in una mandorla di luce, superiormente alla quale è posta la figura di Cristo Pancreator.  La Vergine Annunciata è visibile nella cimasa del polittico. Attorno  al dipinto centrale sono raffigurati, su due ordini, i santi Agostino e  Martino a cavallo ed i busti dei santi Francesco e Pietro,  Paolo e Domenico.

I dati ora acquisiti, col recupero dell’opera, dimostrano come il polittico originariamente appartenesse al convento francescano dell’Annunciata di Soncino, dal quale venne rimosso in data imprecisata per poi essere riutilizzato nel piccolo oratorio dei conti Covi.

La mostra, che ha per titolo Il Polittico del Tinazzo – Un percorso di restauro, è  organizzata dall’Amministrazione Comunale e dalla Pro Loco di Soncino.

Comments are closed.