Il MiBAC alla X Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico

0

Logo Ministero per i Beni e le Attività CulturaliIl Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC) – con il coordinamento della Direzione Generale per l’Innovazione Tecnologica e la Promozione d’intesa con la Direzione Generale per i Beni Archeologici – prende parte alla X Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, che si terrà dal 15 al 18 novembre 2007 presso il Centro Espositivo Ariston di Paestum e che quest’anno vedrà come ospite ufficiale la Libia.

Archeologia, paesaggio, territorio, sviluppo sono i quattro pilastri che segnano la presenza del Ministero, sia nello stand che nel convegno Il paesaggio archeologico. Resti e contesti: prospettive di condivisione su tutela e valorizzazione che si terrà sabato 17 novembre, dalle ore 10.00 alle 13.00, nella Sala Mercurio.
L’incontro, moderato da Antonia Pasqua Recchia, Direttore Generale per l’Innovazione Tecnologia e la Promozione, vedrà la partecipazione di Stefano De Caro, Direttore Generale per i Beni Archeologici, di Adriano La Regina, Professore universitario e illustre archeologo, nonché di Soprintendenti ed esperti del dicastero e degli enti territoriali, specialisti di altri ambiti disciplinari, geografici, politici e in rappresentanza delle associazioni per la difesa del patrimonio culturale e ambientale.

Nel tentativo di individuare una prospettiva comune, si analizzerà il rapporto tra archeologia e paesaggio e, più in generale, il concetto di “paesaggio archeologico“, focalizzando l’attenzione sulle modalità di gestione delle attività di tutela di ambito conservativo e su quelle finalizzate ad una fruizione turistica del patrimonio archeologico più consapevole e allargata. Il paesaggio, quindi, sarà analizzato non più come semplice “contenitore” di storia, ma come “Storia” esso stesso, anche senza monumenti/documenti che ne sanciscano il valore, attraverso una definizione di forme di tutela non solo più efficaci, ma anche, finalmente condivise.

Presso la Sala Olimpia sarà visibile, sin dall’apertura della Borsa, la mostra ArcheoVirtual incentrata sulle più recenti sperimentazioni di realtà virtuale applicate al turismo culturale e all’archeologia, nel 2007 dedicata alla Spagna. Nell’ambito dell’esposizione la Direzione Generale per l’Innovazione Tecnologica e la Promozione del MiBAC presenta alcuni dei progetti che rientrano nel programma Archeologia on line ed altri due progetti della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Umbria e della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Molise.
Il programma Archeologia on line, che ha l’obiettivo di valorizzare la conoscenza del patrimonio archeologico attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie, si articola in più filoni di attività: ricostruzioni tridimensionali di monumenti ed aree archeologiche, visite archeologiche virtuali immersive con l’utilizzo di riprese fotografiche, diffusione di nuovi siti web dedicati ai musei archeologici, utilizzo di postazioni mobili per accompagnare adulti, ragazzi e bambini nella visita di aree archeologiche.

Venerdì 16 novembre dalle ore 10.00 alle ore 13.00 presso la Sala Mercurio si terrà  il convegno Archeovirtual: risultati e prospettive dell’archeologia virtuale in  Spagna e Italia.

Presso lo stand del MiBACSala Hera Argiva -, il 16 e il 17 novembre, saranno anche organizzati due incontri dedicati agli altri filoni di attività di Archeologia online: la didattica e nuovi siti web di musei ed istituzioni archeologiche.

Comments are closed.