Stelle olimpiche, il cinema dei campioni

0

Stelle olimpiche, il cinema dei campioniStelle olimpiche, il cinema dei campioni è il titolo della nuova mostra allestita nelle sale del Museo Nazionale della Montagna dall’11 dicembre 2007 al 18 maggio 2008.
È il risultato di un’idea, nuova e originale, nata durante i Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006 tra i direttori dello stesso Museomontagna di Torino, del Musée Olympique di Lausanne (Svizzera) e della Maison des Jeux Olympiques di Albertville (Francia). In quegli incontri si è immaginato un modo nuovo per presentare al pubblico la perpetrazione dei valori olimpici anche fuori dal mondo dello sport e l’interesse si è presto concentrato sul cinema.

Sono molti i film e i documentari dedicati alle Olimpiadi, fin dalle edizioni più lontane, e molti sono anche i campioni olimpici che, finita la carriera sportiva, hanno cercato la notorietà nel mondo del cinema. Nell’ambiente degli sport invernali l’apripista di questa tendenza fu la pattinatrice Sonja Henie, seguita dallo sciatore Toni Sailer e da molti altri.

Stelle olimpiche, il cinema dei campioniLa mostra del Museo Nazionale della Montagna del CAI-Torino e della Regione Piemonte, che ha creduto al progetto e lo ha sostenuto, con la collaborazione di Città di Torino e CAI,  è nata da una ricerca approfondita che ha permesso di scoprire manifesti, materiali promozionali e pellicole provenienti da ogni parte del mondo. Il risultato finale è una esposizione capace di attrarre sia gli sportivi che i cinefili.

Alle collezioni presentate nelle sale, dal prossimo febbraio 2008, sarà anche affiancata una rassegna retrospettiva con le principali pellicole scelte tra quelle citate nel percorso espositivo.
La maggior parte delle collezioni in mostra e i film appartengono alle raccolte del Museo Nazionale della Montagna, con l’apporto del Musée Olympique di Lausanne e dei centri documentazione “La Stampa” e RCS periodici.

La zona di ingresso all’esposizione è dedicata alle varie edizioni dei Giochi Olimpici Invernali, viste attraverso i loro film ufficiali.

La seconda parte della mostra concentra l’attenzione su quei film che hanno scelto le Olimpiadi e gli atleti come tema, senza però essere interpretati da veri campioni.

Stelle olimpiche, il cinema dei campioniL’ultima zona della mostra, parte centrale del progetto,  è incentrata sulle figure dei campioni olimpici che, finita la carriera sportiva, hanno avuto esperienze cinematografiche come attori: Sonja Henie, Jean-Claude Killy, Toni Sailer, Alberto Tomba, Gustav Thöni e Katarina Witt.
Ogni atleta è introdotto da una serie di fotografie dedicate alle imprese sportive o legate alla sua attività.

Con quattro campioni (Jean-Claude Killy, Toni Sailer, Gustav Thöni e Katarina Witt) sono state realizzate, appositamente per la mostra, interviste in video.

La mostra è completata da un ricco catalogo curato, come l’esposizione, da Aldo Audisio, con testi di Alain Arvin-Bérod e Roberto Serafin.
Il catalogo, 180 pagine con illustrazioni fotografiche, documenti e manifesti, è edito nella collana dei Cahier Museomontagna.

La mostra, dopo l’allestimento torinese al Monte dei Cappuccini, al Museo Nazionale della Montagna, prestigiosa istituzione del CAI Torino, verrà allestita alla Maison des Jeux Olympiques di Albertville (Francia) nel 2008 e al Musée Olympique di Losanna (Svizzera) nel 2009, proseguendo poi con successive presentazioni in altre importanti sedi internazionali.

Comments are closed.