Marinetti e il marketing territoriale alla Spezia

0

Futurismi. Aeropittura Aeropoesia Architettura nel Golfo della Spezia - La Spezia, 8 dicembre 2007 - 24 febbraio 2008 - Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia.Il 24 febbraio 2008 chiuderà i battenti la mostra Futurismi. Aeropittura, aeropoesia, architettura nel Golfo della Spezia, allestita a La Spezia presso la sede della Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia.
Si tratta di una delle mostre più interessanti e più stimolanti che ci preparano alla celebrazione nel 2009 del primo centenario della nascita ufficiale del Futurismo (Parigi 1909).

In esposizione opere di Tucrito Balestri , Gherardo Dottori, Fillia, Enrico Prampolini ed altri. Interessanti, inoltre, le proiezioni in video di progetti e immagini di edifici dovuti all’architetto Manlio Costa ed altri.

La Spezia fu protagonista del secondo Futurismo. Fu lo stesso Marinetti che, inneggiando dal Teatro Civico ad una città dinamica, mirò a svolgere un’importante azione di marketing territoriale per far conoscere il magnifico Golfo di La Spezia con i suoi cantieri ad un vasto pubblico che subito definì La Spezia “città futurista”. Ricordiamo che al Centro d’Arte e Contemporanea di La Spezia sono esposte le opere del Premio del Golfo ideato da Filippo Tommaso Martinetti nel 1933.

lluminanti le proiezioni nella saletta Futurcine sulla nascita e lo sviluppo del Futurismo. Suggestivo, inoltre, l’ascolto in cuffia della voce decisa e accattivante di Marinetti in un suo discorso.

La mostra è stata progettata e allestita da Marco Condotti con la consulenza scientifica di Mina Gregori e con la cura di Eleonora Acerbi per il periodo anni Dieci e Venti (primo Futurismo), Marzia Ratti per la seconda ondata futurista (gli anni Trenta), Gabriella Chioma, Elda Belsito per l’Aeropoesia, Ulisse Tramonti, Andrea Carletti per l’Architettura, ed ha ricevuto i contributi scientifici di Francesca Mariani, Federico Zanoner, Giacomo Cidale.

L’evento è stato promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia (Matteo Melley, presidente) in collaborazione con la Cassa di Risparmio della Spezia Spa (Andrea Corradino, presidente), il Comune della Spezia (Massimo Federici, sindaco), l’Istituzione per i Servizi Culturali del Comune della Spezia (Marco Ferrari, presidente) ed è stato prodotto dalla Fondazione Eventi, società strumentale della Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia.

La mostra si pone quale ulteriore segno di come a La Spezia Amministrazioni, Sistema dei Musei e dei Beni Culturali della Provincia di La Spezia e Fondazione Carispe sappiano lavorare in sinergia in un’ottica di valorizzazione e promozione del territorio.

Nei progettisti, curatori e promotori della mostra risulta evidente la speranza in un rinnovamento dello spirito dinamico del Futurismo. Indubbiamente tutto questo ci spinge a meditare seriamente sulla importanza e necessità di un Futurismo Nuovo.

Rinaldo Longo

Leave A Reply