Parole istantanee

0

Amy StuartParole istantanee è il titolo della mostra fotografica che sarà inaugurata il 24 maggio 2008 alle ore 18,30 nella sala Anita Garibaldi di Nervi (GE).
L’esposizione è realizzata come evento collaterale alla quattordicesima edizione del Festival Internazionale di Poesia di Genova, organizzato dal Circolo Viaggiatori nel Tempo.

Ferdinanda PivanoLa mostra raccoglie una trentina di scatti realizzati nel corso delle ultime edizioni del Festival da Marco Dragonetti, Massimiliano Valle e Fabrizio Cavallaro. Una rassegna di ritratti tra cui spiccano i big internazionali della cultura approdati all’evento genovese: Ferdinanda Pivano, Ondaatje, Evtushenko, Schwarz, Grand Corps Malade, Albertazzi, Frankie Hi Nrg, Amii Stewart, Strand, Gioia, John Giorno, Sinclair e molti altri.

I tre autori hanno realizzato diverse mostre fotografiche, personali e collettive.
Marco Dragonetti, nel 1998, ha esposto presso il Centro Civico Buranello un eccezionale reportage sull’Africa; mentre nel 2004 a Palazzo Ducale, con Massimiliano Valle, ha presentato la mostra sull’Islam “Oltre il Giardino Proibito”. Dal 2005 al 2007 Dragonetti, Valle e Cavallaro hanno partecipato a “Mosaico Europa” nelle varie sedi internazionali (Francia, Portogallo, Spagna, Germania, Austria).
I tre autori sono componenti del circolo fotografico “36° Fotogramma”, associazione che da 35 anni è punto di riferimento, spazio di confronto e di formazione per quanti in Liguria praticano la fotografia amatoriale.

John GiornoDice Claudio Pozzani, direttore artistico del Festival Internazionale di Poesia, a proposito della mostra: “La dimensione orale e gestuale della poesia viene qui restituita amplificata dalla cura dei dettagli in movimento: mani che sottolineano l’andamento dei versi, che tengono l’archetto di un violoncello o che reggono il libro ormai consumato da tanti reading intorno al mondo. A volte siamo di fronte a immagini del poeta nella sua interezza, nella sua solitudine sul palco o nel suo intimo colloquio con i sensi degli spettatori. Sia nei frammenti che nella figura intera, Dragonetti, Valle e Cavallaro riescono a comunicare la straordinarietà dell’attimo che resterà impresso per sempre ma non tornerà più”.

La mostra resterà aperta al pubblico fino al 22 giugno 2008.

Comments are closed.