Corpo senza Corpo, personale di Alessandro Verdi

0

Senza volto, 2008, olio su tela cm 200 x 200La Galleria Blu di Milano presenta la mostra Corpo senza Corpo, personale  di Alessandro Verdi, aperta al pubblico dal 18 novembre 2008 al 16 gennaio 2009.
In mostra venti opere, tra carte e tele, eseguite dall’artista bergamasco.

Verdi è artista particolare che intreccia nella sua narrazione pittorica le esperienze della vita e le letture psicologiche di essa e del suo divenire, in rapporto all’uomo che è comunque il protagonista della sua pittura.
Comprensibile quindi – vista la tematica affrontata fin dagli esordi – l’attenzione che ebbe per lui Giovanni Testori che, viste le riproduzioni di alcune sue opere, lo andò a rintracciare in un abbaino di Bergamo, dove, solitario, egli realizzava i suoi dipinti.

Le opere esposte alla Galleria Blu, illustrano il suo itinerario attorno al corpo, di cui racconta presenza e assenza, materia e spirito, con immagini suggestive, enigmatiche e ambigue, cariche comunque di un mistero che può svelarsi solo nella profondità dell’animo umano.

Alessandro Verdi è nato nel 1960 a Bergamo dove ha compiuto gli studi presso l’Accademia di Belle Arti. Giovanni Testori, che lo incontra nel 1985, lo presenterà nel 1987 nella prima mostra personale alla Compagnia del Disegno di Milano. Tra i momenti significativi del suo percorso sono da ricordare una mostra nel 1998 a Dachau in Germania, l’antologica alla Casa dei Carraresi di Treviso nel 1998, l’esposizione alla Fondazione Mudima nel 2001, la mostra nel 2005 alla Casa Cavalier Pellanda di Biasca (Svizzera), la mostra ad Anversa (Belgio) alla Mudimadrie-Galerie Gianluca Ranzi nel 2007.
Nel 2005, la casa editrice Le Lettere di Firenze, nella collana Atelier, pubblica un suo libro dal titolo Nella pagina bianca. Scritture dal diario.

Comments are closed.