Franco Ragazzi – Riviere Magiche. Artisti in Liguria fra Monet, De Chirico e Picasso

0

È in arrivo nelle librerie il volume Riviere Magiche. Artisti in Liguria fra Monet, De Chirico e Picasso, di Franco Ragazzi (De Ferrari Editore).
Una straordinaria “galleria” dell’arte moderna e contemporanea legata alla Liguria. Questo, in estrema sintesi, è il volume di Franco Ragazzi, che contribuisce a ricostruire una storia di eccezionali presenze, importanti passaggi e di straordinarie “passioni” per la Liguria.

Magnifiche, infatti, sono le opere d’arte che consentono di conoscere le relazioni intercorse fra i maggiori artisti del mondo e la Liguria, nel corso dell’Ottocento e della prima metà del Novecento, secondo una intensità destinata a continuare fino ai nostri giorni investendo ogni luogo della Regione, da Bordighera a Lerici.

Il volume è stampato interamente a colori con oltre 200 immagini di opere d’arte e di preziose documentazioni fotografiche. Il testo consente di seguire i percorsi dell’arte attraverso i tempi, gli spazi, i territori, i mutamenti della storia e del costume con precise indicazioni sulla vita degli artisti, i loro soggiorni e le loro impressioni colte attraverso specifiche fonti documentarie (lettere, diari, autobiografie, ecc.), il lavoro artistico nato dalla scoperta della Liguria.

Gli artisti stranieri o, comunque, non liguri, “foresti” come si dice in Liguria, che hanno visitato e dipinto in e la Liguria sono stati centinaia. Da Turner, Camille Corot e il Grand Tour in Liguria, a Claude Monet, Kandinsky, Carrà, Kokoschka, De Chirico, Fontana, Guttuso e tanti altri, per finire con il grande Pablo Picasso.

La ricerca, articolata in capitoli riccamente illustrati, inizia nel corso della prima metà dell’800 con William Turner e Camille Corot appunto e prosegue con le presenze della seconda metà dell’800, in particolare degli artisti del Nord Europa che approdavano alle Riviere per rinfrancarsi dai rigori climatici cercandovi luci, colori, motivi e atmosfere sconosciute alla loro cultura.
E ancora il Liberty, in particolare nei centri di Genova e di Sanremo, che hanno visto una eccezionale concentrazione di artisti provenienti da altre Regioni che rappresenterà un fenomeno forse unico nella storia dell’arte ligure (da Plinio Nomellini a Genova, a Gaetano Previati a Lavagna)

Il volume entra nel nuovo secolo con l’arrivo di Paul Klee a Genova, i soggiorni di Vasily Kandinsky a Rapallo, di Max Pechstein nelle Cinque Terre.
E poi le presenze dell’avanguardia futurista animata in tutta la Regione da Filippo Tomaso Marinetti e tutti i maggiori esponenti del movimento attivi ad Albisola, La Spezia, Savona.

Gli anni Venti si aprono con la stupefatta “scoperta del mare” di Carlo Carrà a Moneglia e Camogli e di George Grosz a Portofino e Max Beckmann a Genova, per continuare con l’arrivo di quasi tutti i “Novecentisti”, chi per qualche stagione, chi per tutta la vita (un esempio per tutti: Arturo Tosi a Zoagli.

Gli anni Trenta vedono i soggiorni di Oskar Kokoschka a Genova e a Rapallo, e l’avvio delle ricerche sperimentali di Lucio Fontana ad Albisola.

Gli ultimi capitoli sono dedicati a Giorgio de Chirico, che dipinge la Lanterna in una tela metafisica e torna a dipingerla dal vero negli anni Trenta, a Renato Guttuso rifugiato a Genova nel 1943, a Michele Cascella innamorato di Portofino. Sono ricostruiti passaggi destinati a divenire un evento leggendario come il viaggio di Pablo Picasso in Liguria del 1949 alla ricerca delle sue radici e di un suo avo pittore.

La realizzazione del volume, voluta dalla Società Economica di Chiavari e dai Rotary Club di Chiavari e di Rapallo, è stata sostenuta dal Banco di Chiavari e della Riviera Ligure, Gruppo Banco Popolare e da Duferco Italia Holding S.p.A.

Scheda libro

Autore: Franco Ragazzi
Titolo:
Riviere Magiche. Artisti in Liguria fra Monet, De Chirico e Picasso
Editore:
De Ferrari Editore
Prezzo: € 27,00
Pagine: 160
Anno: 2008

Comments are closed.