The Hurt Locker di Kathryn Bigelow

0

Locandina del film The Hurt Locker

Il film di Kathryn Bigelow possiede una struttura solida e serrata, benché la vicenda sia scandita da una serie di episodi a sé stanti, lunghi segmenti narrativi dove la moralità dello sguardo dell’autrice mira a una registrazione obiettiva degli accadimenti, mentre le stesse scelte tecnico-formali (macchina a mano, zoom, montaggio “sporco”) consentono alle immagini di acquisire un’aspra e pur vivida densità documentaristica. Gli stereotipi del war movie sono qui utilizzati per conferire al racconto forza ritmica e tensione: la pellicola non concede un solo attimo di requie allo spettatore: tutte le scene, anche quelle che si svolgono lontano dalla zona di fuoco, sono dominate da un senso di angoscia quasi insostenibile.

Immagine tratta dal film The Hurt LockerFilm fedele al vero, estraneo ai presupposti ideologici manichei del cinema di De Palma, The Hurt Locker, attingendo a una sorta di torvo e allucinato realismo, conduce una riflessione inedita sul tema della fascinazione della violenza e della paura. Esso ci dice, finalmente, cosa sia la realtà autentica della guerra in Iraq oggi. Ci parla di un orrore estremo, scandaloso, indicibile (vedi la scena del cadavere del bambino utilizzato dai terroristi come un ordigno esplosivo). Tratteggia personaggi forti, anonimi eroi che quell’orrore hanno deciso consapevolmente di combatterlo. Poiché la scelta di opporsi al Male è vissuta dai protagonisti del film come una scelta etica. Essa comporta l’accettazione di una lotta sorda, dolorosa, spossante, che non potrà non segnare per sempre i destini di quanti sopravvivranno. James, soprattutto, – una figura sempre sul crinale tra libertà estrema e istinti suicidi, sprezzo del pericolo e fascinazione dell’abisso – si spingerà sino alla rinuncia degli affetti familiari e dei quieti piaceri della vita borghese. L’assuefazione al terrore e all’angoscia della morte lo precipiterà fatalmente in un vortice senza uscita, da cui l’occhio della macchina da presa non potrà che ritrarsi, sgomenta.

Nicola Rossello

Scheda film

Titolo: The Hurt Locker
Regia: Kathryn Bigelow
Cast: Jeremy Renner, Anthony Mackie, Guy Pearce, Ralph Fiennes, Brian Geraghty, David Morse, Christian Camargo, Evangeline Lilly.
Durata: 127 min.
Genere: Azione
Scritto da Mark Boal
Distribuzione: VIDEA – C.D.E.
Anno: 2008

Sinossi

The Hurt Locker è il ritratto intenso di un’unità speciale di soldati con il compito più pericoloso del mondo: disarmare bombe nel mezzo dell’azione. Quando il nuovo sergente, James (Jeremy Renner), assume il comando dell’unità speciale esperta in disarmo delle bombe nel bel mezzo di un violento conflitto, sorprende i due sottoposti, Sanborn ed Eldridge (Anthony Mackie e Brian Geraghty), lanciandosi inesorabilmente in un gioco mortale di guerriglia urbana. James sembra essere indifferente alla morte. Mentre i soldati lottano per controllare la follia del loro nuovo capo, in città esplode il caos, e salta fuori il vero carattere di James, cambiando ogni uomo per sempre.

Comments are closed.