Giorgio Scerbanenco – La bambola cieca

0

Giorgio Scerbanenco, La bambola cieca - Copertina del libroCentrale di Polizia di Boston, ufficio Archivio criminale: lì, seduto alla sua scrivania, Arthur Jelling, quarant’anni, vita tranquilla, sposato, un figlio, un passato di studente di medicina. Un innato istinto per scoprire la trama oscura dei delitti. “Chissà che cosa c’è nel cuore degli uomini. Di fuori sembrano una cosa e di dentro Dio solo sa cosa sono”.
Jelling si trova questa volta alle prese con il mondo della sanità: un ricco esponente dell’alta società sta per riacquistare la vista grazie a un difficile intervento chirurgico. Ma i luminari che devono eseguire l’operazione vengono freddati l’uno dopo l’altro mentre alla prestigiosa clinica viene recapitata una bambola senza occhi…

Questo è il secondo caso di Jelling, il mite protagonista di una serie fortunata interrotta dall’ordinanza del Ministero della Cultura popolare che nel 1941 impose il ritiro dei libri gialli perché “nocivi per la gioventù”.
Nell’Italia fascista non era ammissibile pensare che esistessero pericolosi criminali; per evitare problemi molti autori preferirono trasferire i loro gialli – ambientazione, delitti, investigatori e cattivi – all’estero.

Il modello di Scerbanenco per questa serie pare sia stato Ellery Queen, non un poliziotto ma solo il figlio di un ispettore e per questo trascinato in casi in cui può mostrare le sue attitudini deduttive. Proprio come Jelling, semplice archivista, dotato però di un intuito singolare, capace di concatenare i fatti in maniera ineccepibile fino alla soluzione dell’enigma.
Un antieroe per eccellenza, il precursore di Duca Lamberti.

Giorgio Scerbanenco (1911-1969). Nato a Kiev in Ucraina a 16 anni si trasferì in Italia con la madre. Iniziò la sua collaborazione con riviste femminili prima come correttore di bozze e poi come autore di racconti. Ha scritto innumerevoli romanzi e racconti ed è considerato uno dei padri del giallo italiano. Di Scerbanenco la Sellerio ha pubblicato Uccidere per amore, La mia ragazza di Magdalena, Rossa, Uomini ragno, Annalisa e il passaggio a livello, tutti nella collana “La memoria”.

Scheda libro

Autore: Giorgio Scerbanenco
Titolo:
La bambola cieca
Editore:
Sellerio
Collana
: La memoria
Prezzo:
€ 13,00
Pagine: 288
Anno: 2008

Comments are closed.