Roberto Deidier – Le parole nascoste. Le carte ritrovate di Sandro Penna

0

Roberto Deidier - Le parole nascoste. Le carte ritrovate di Sandro Penna. Copertina del libroMito e storia, fiaba e fantasia: tra questi poli la scrittura di Italo Calvino trova la sua dimensione dialettica, ponendosi tra le esperienze narrative più dense e complesse del Novecento europeo. Il modello fiabesco, la percezione di una realtà articolata su più livelli, e soprattutto la rilettura del mito come possibilità di critica del presente, portandone allo scoperto le contraddizioni, concorrono alla composizione di una lingua esemplare, tramite espressivo tra il Libro e il Mondo. Tensione scientifica, enciclopedismo, “catalogo dei destini” e sperimentazione determinano, di volta in volta, la fondazione di uno stile nuovo: ed è su questo terreno che Calvino ricerca le soluzioni, storiche e morali, per comprendere i limiti della ragione, nel suo rapportarsi leopardianamente con la natura. Dall’esordio con Il sentiero dei nidi di ragno (1947), fino a Palomar (1983) si impone al lettore la responsabilità di misurarsi con un percorso variegato quanto compatto, molteplice come le immagini che costringe nello spazio della pagina.

Roberto Deidier (Roma, 1965), insegna Letterature comparate e Letteratura italiana moderna e contemporanea nell’Università di Palermo. Autore di numerosi studi sulla modernità letteraria, ha curato opere e carteggi di Penna, Saba, Montale, Manganelli. Tra i suoi ultimi volumi: Dall’alto, da lontano. Scritture dell’adolescenza, della fiaba e dello scorcio nel Novecento italiano (2000) e La fondazione del moderno. Percorsi della poesia occidentale (2001). Dirige la rivista on-line “Arco-journal”

Scheda libro

Autori: Roberto Deidier
Titolo:
Le parole nascoste. Le carte ritrovate di Sandro Penna
Editore: Sellerio
Collana
: Le parole e le cose
Prezzo: € 16,00
Pagine: 216
Anno:
2008

Comments are closed.