Maj Sjöwall, Per Wahlöö – L’uomo che andò in fumo

0

Maj Sjöwall, Per Wahlöö - L’uomo che andò in fumo. Copertina del libroUn intrigo internazionale per il commissario Beck.
Af Matsson, giornalista a Stoccolma, si occupa di politica estera e soprattutto dei Paesi dell’Europa Orientale. In occasione di un suo viaggio di lavoro a Budapest sparisce nel nulla e Martin Beck, appena partito per le vacanze estive con la famiglia, viene richiamato d’urgenza ed inviato nella capitale ungherese per investigare sulla misteriosa scomparsa.

L’indagine non si rivela facile perché gli indizi sono scarsi e la collaborazione con le autorità locali nasce nel segno della diffidenza. L’unico aiuto per il commissario viene da Ari, una ragazza ungherese che a quanto pare Matsson frequentava. Rientrato in patria, Martin Beck capisce però che, più che a Budapest, è a Stoccolma che deve concentrare le proprie ricerche; la sorprendente verità è più vicina di quel che appare.

Uno dei gialli più avvincenti della coppia svedese sullo sfondo di una Budapest imponente e misteriosa sulle rive del Danubio.

Compagni nella vita, Maj Sjöwall (1935) e Per Wahlöö (1926-1975), giornalisti svedesi, scrissero insieme 10 romanzi gialli con protagonista il commissario Martin Beck con i quali raggiunsero uno straordinario successo negli anni Settanta. Il loro stile creativo viene dalla scuola dell’inchiesta realistica di strada, tipo Ed McBain e il suo 87° Distretto, libri che loro stessi tradussero in svedese. Della serie con Martin Beck la Sellerio ha già riproposto Roseanna, Un assassino di troppo, L’uomo al balcone, Il poliziotto che ride, L’autopompa fantasma, Omicidio al Savoy.

Scheda libro

Autori: Maj Sjöwall, Per Wahlöö
Titolo:
L’uomo che andò in fumo
Editore: Sellerio
Collana
: La memoria
Prezzo:
€ 13,00
Pagine: 272
Anno:
2009

Comments are closed.