La Scala di Milano dedica una giornata a Chopin

0

La Scala di Milano, lunedì 1 marzo 2010, data in cui ricorre il duecentesimo anniversario della nascita di Fryderyk Chopin, dedica una giornata al grande compositore polacco.
Due gli appuntamenti, nei quali si evoca lo spirito della Parigi in cui Chopin operò.

Alle 12.00, nel Ridotto dei Palchi “Arturo Toscanini”, il pianista Alain Planès e la signora Fernanda Giulini terranno una conferenza-concerto in cui, grazie alla presenza di due fortepiano Pleyel, si ricostruirà anche il suono dello strumento su cui Chopin componeva e che mai abbandonò fino agli ultimi anni di attività.

Alle 17.30, sempre nel Ridotto dei Palchi, il maestro Alain Planès terrà un concerto chopiniano sugli strumenti offerti dalla signora Giulini: due Pleyel rispettivamente del 1839 e del 1852.

Dall’1 marzo, uno dei due strumenti originali, praticamente identico al Pleyel posseduto da Chopin, costruito negli stessi mesi e con numero di matricola vicinissimo, verrà esposto nella vicina Sala dell’Esedra del Museo Teatrale della Scala, dove il pubblico del Ciclo Chopin-Schumann potrà vederlo anche durante gli intervalli dei concerti.

Il pubblico della conferenza-concerto delle 12.00 sarà composto da studenti, organizzati dall’Ufficio Promozione Culturale della Scala, mentre il concerto delle 17.30 sarà a ingresso libero, fino a esaurimento dei posti.

Comments are closed.