Aldo Maria Valli – Hans Küng, ribelle per amore. Intervista

0

È  in libreria, edito da La Meridiana, il volume Hans Küng, ribelle per amore. Intervista a firma del giornalista Aldo Maria Valli.
«Spesso il teologo svizzero  – scrive Valli nel primo capitolo del libro – viene definito un ‘ribelle’. Tenendo conto delle sue prese di posizione contro un certo modo di essere Chiesa, la definizione può essere accettata. Tuttavia Küng è rimasto pienamente un uomo di Chiesa, forse più di quanto lui stesso pensi. Lui si considera dentro la Chiesa, non fuori. Per questo la vuole riformare. […] Per quanto possa suonare paradossale, Küng è uomo di tradizione, anche sul piano morale. Bene e male per lui esistono, così come il vero e il falso. Quanto più chiede alla Chiesa di procedere ad aggiustamenti per rendere plausibile una morale cristiana, tanto più dimostra di credere nella necessità di una morale. Per Küng, come per Agostino, la legge morale è naturale».

Un libro da non perdere per ritrovare le ragioni di una “fede eretica” perché, come scriveva don Lorenzo Milani  e come riportato nell’epigrafe scelta per il libro, «cattolico è dunque chi si ricorda che i cardinali e i vescovi sono creature fallibili. Eretico chi mostra per loro un rispetto che travalica i confini del nostro credo».

Aldo Maria Valli, nato a Rho, dal 2007 è vaticanista al Tg1, dopo esserlo stato per undici anni al Tg3. A partire dal 1996 ha seguito prima Giovanni Paolo II e poi Benedetto XVI; in precedenza, dal 1988 al 1995, nella sede Rai di Milano, si era occupato dell’attività del cardinale Carlo Maria Martini. Tra i suoi interessi principali il Concilio Vaticano II, cui ha dedicato il libro Difendere il Concilio (2008), scritto con il vescovo Luigi Bettazzi, e lo speciale Tg1 “Una scommessa chiamata Concilio” (2009). Collabora con la rivista “Il Regno” e con il quotidiano “Europa”.

Scheda libro

Autore: Aldo Maria Valli
Titolo: Hans Küng, ribelle per amore. Intervista
Editore: La Meridiana
Collana: paginealtre
Prezzo: € 13,00
Pagine: 96
Anno: 2010

Comments are closed.