Carlo Gnetti – Il bambino con le braccia larghe

0

Carlo Gnetti, Il bambino con le braccia larghe - Copertina del libroVenerdì 12 novembre (ore 9 – 13) sarà presentato al Teatro Basaglia di Roma il libro di Carlo Gnetti dal titolo “Il bambino con le braccia larghe”. All’incontro parteciperanno Massimo Marà, psichiatra e psicoterapeuta, Roberto Tatarelli, Direttore Dipartimento Neuroscienze e Salute Mentale della Sapienza di Roma, Gianfranco Palma, direttore DSM Asl Rm E. I lavori saranno moderati dal giornalista Tarcisio Tarquini.

Il libro racconta la storia di una famiglia alle prese con la malattia mentale e riassume in modo esemplare il trattamento della psicopatologia, l’impatto devastante degli psicofarmaci, gli effetti della legge 180 anche nella sfera privata, dalla sua prima applicazione ai tempi di Franco Basaglia fino a oggi, passando per tutte le esperienze intermedie (padiglioni aperti, chiusura del manicomio, comunità terapeutica, casa-famiglia, fino alla Residenza sanitaria assistita).

Da osservatore direttamente coinvolto l’autore ricostruisce la vicenda personale di suo fratello Paolo – Il bambino con le braccia larghe –, sin dalla pubertà affetto da schizofrenia e morto nell’aprile del 2009 all’età di 59 anni, e nel contempo lascia emergere dallo sfondo il ritratto di un’epoca. Lo fa senza velleità di scrittore, né di scienziato o di sociologo, ma con la rigorosa puntualità del testimone.

Carlo Gnetti, giornalista professionista, lavora nella redazione del settimanale della Cgil Rassegna Sindacale come responsabile della sezione Esteri. Ha scritto anche diversi saggi su temi di carattere sociale e si è sempre occupato di questioni legate alla Sanità, nazionale e internazionale.

Scheda libro

Autore: Carlo Gnetti
Titolo: Il bambino con le braccia larghe
Editore:
Ediesse
Collana:
Carta bianca
Prezzo:
€ 10,00
Pagine: 208
Anno: 2010

Comments are closed.