Giorgio Scerbanenco – Il cane che parla

0

Giorgio Scerbanenco, Il cane che parla - Copertina del libroIn uno scompartimento del direttissimo per Boston un gruppo di intellettuali sta conversando: il poeta Banner, il giornalista Dadies, il critico Svedensson con il suo cane lupo, la scrittrice Fiorella Garrett. Il treno si ferma bruscamente in aperta campagna. Banner si affaccia al finestrino, poi crolla a terra colpito a morte da una fucilata. Lentamente, un interrogatorio dopo l’altro, Jelling scopre gelosie tra scrittori, segreti e invidie. Poi ci sono quei cani, che fanno un po’ paura per la loro intelligenza: oltre Ciannell, c’è Paìn, il cane di Fiorella, un animale addestrato, che a modo suo parla.

Giorgio Scerbanenco (1911-1969), nato a Kiev, vissuto in Italia, scrisse un numero immenso di romanzi di tutti i generi fantastici, tutti con una personale inimitabile cifra narrativa. Questa casa editrice ha pubblicato Uccidere per amore (2002), La mia ragazza di Magdalena (2004), Rossa (2004), Uomini ragno (2006), Annalisa e il passaggio a livello (2007), Sei giorni di preavviso (2008), La bambola cieca (2008), Nessuno è colpevole (2009) e L’antro dei filosofi (2010).

Scheda libro

Autore: Giorgio Scerbanenco
Titolo: Il cane che parla
Editore: Sellerio
Collana: La memoria
Prezzo: € 13,00
Pagine: 228
Anno: 2011

Comments are closed.