“Torino che guarda il mare”, a Palazzo Madama l’installazione di Luigi Mainolfi

0

Luigi Mainolfi, Torino che guarda il mare

“Torino che guarda il mare” è il titolo dell’installazione di Luigi Mainolfi che, in occasione dei festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità d’Italia, Palazzo Madama di Torino ospita nell’Atrio Juvarriano.
Il progetto, a cui l’artista lavora dai primi anni Novanta, è un “ritratto corale” che riunisce duecento busti in terracotta di cittadini torinesi, personaggi noti e persone comuni, a formare una sorta di lungo fiume collettivo che rappresenta il mondo che ruota intorno all’arte di Luigi Mainolfi. Ogni persona rappresentata (dal falegname al meccanico, dagli amici e famigliari agli artisti, direttori di musei, fotografi, collezionisti e galleristi) è una conoscenza diretta dell’artista.

Torino è la città dove Luigi Mainolfi, irpino di nascita e formato artisticamente a Napoli, vive e lavora, è il luogo che gli ha permesso di entrare in contatto con un humus artistico consolidato dalle esperienze passate. Già nel 1996 in occasione della sua personale al Maschio Angioino di Napoli, ha reso omaggio alla città di adozione, con l’esposizione dei primi cento busti. Nel corso del tempo il progetto si è arricchito di altrettanti elementi ed ora la grande installazione viene esposta a Torino e sarà visibile al pubblico dal 12 aprile al 6 novembre 2011.

Comments are closed.