Da Parmigianino a Piazzetta. Teste, animali e pensieri bizzarri nei disegni della collezione dei Duchi d’Este

0

Ambito del Cavalier d’Arpino, Lupa con Romolo e Remo

Palazzo Ducale di Guastalla (RE) dal 24 settembre al 4 dicembre 2011 ospita la mostra “Da Parmigianino a Piazzetta. Teste, animali e pensieri bizzarri nei disegni della collezione dei Duchi d’Este”.
In esposizione una settantina di opere particolari, inconsuete, testimonianze d’eccezione di un gusto che esplose nelle Corti europee a partire dal Cinquecento e che ebbe nei Duchi d’Este collezionisti particolarmente attenti e qualificati.

Tra i disegni in mostra, il nucleo di opere di Giuseppe Maria Mitelli, estroso cronista della vita di ogni giorno, le caricature di Giovan Maria Tamburini, frizzanti e ironiche, i Busti di Imperatori tratti dal celebre ciclo mantovano di Tiziano da Bartolomeo Passerotti, artista poliedrico, disegnatore finissimo e cultore e collezionista di antichità.
Un posto particolare spetta ai Carracci e ai lori “ritratti al naturale” dalla tecnica esecutiva smaliziata, libera da ogni vincolo.
Altrettanto straordinarie le “Teste di carattere” di Piazzetta, genere cui l’artista veneziano si applicò con molta fortuna.

Ma nella collezione degli Este avevano posto di rilievo anche le curiosità esotiche. Raccontano di viaggi in territori lontani, ma anche di nuovi studi scientifici.
Infine gli animali, genere cui gli Estensi si dedicarono con particolare interesse collezionistico, riunendo capolavori assoluti, primo fra tutti il celeberrimo Gambero disegnato dal Pamigianino.

La mostra, a cura di Giovanna Paolozzi Strozzi, è promossa dal Comune di Guastalla e dalla Soprintendenza di Modena e Reggio.

Comments are closed.