Alle Scuderie del Quirinale la mostra “Filippino Lippi e Sandro Botticelli nella Firenze del ‘400”

0

Filippino Lippi, Storia di Virginia, 1470-1480 circa, Parigi, Musée du Louvre - Département des Peintures, Credit : © RMN / Stéphane Maréchalle / distr. Alinari

A Roma, alle Scuderie del Quirinale, dal 5 ottobre 2011 al 15 gennaio 2012 resterà aperta al pubblico la mostra “Filippino Lippi e Sandro Botticelli nella Firenze del ‘400“, a cura di Alessandro Cecchi.

L’ esposizione che, oltre ad illustrare i circa trentaquattro anni di attività del Lippi – proficui come pochi altri, per quantità e qualità di opere, dalle tavole agli affreschi, per giungere ai raffinati disegni su carte colorate, veri e propri capolavori a se stanti – intende mettere a fuoco il profilo di Filippino restituendogli la giusta caratura accanto al maestro Botticelli.

Il percorso espositivo si articola tra le opere dei due artisti e di alcuni pittori a loro collegati, da Raffaellino del Garbo a Piero di Cosimo, dal grande tondo con la Madonna col Bambino e storie di Sant’Anna del padre fra Filippo (Firenze, Galleria Palatina, 1452) a capolavori di Filippino come l’Adorazione dei Magi della National Gallery di Londra (1478-1479) restaurata per la mostra, la celebre Visione di san Bernardo della Badia fiorentina (1485-1486), la Madonna Strozzi del Metropolitan Museum of Art di New York (1485 circa) essa pure restaurata per l’occasione, e l’Allegoria della Musica di Berlino (Gemäldegalerie, 1500 circa), a confronto con preziose opere botticelliane fra cui la rarissima Derelitta prestata eccezionalmente dai Principi Pallavicini di Roma.

L’esposizione offre altresì l’occasione di tributare a Filippino proprio a Roma, dove studiò le antichità e dove ha lasciato il ciclo affrescato della cappella Carafa in Santa Maria sopra Minerva, un omaggio, ripercorrendone la vicenda umana e artistica, e offrendo agli studiosi e al grande pubblico la possibilità di confronti e considerazioni stilistiche, ad esempio con un altro capolavoro recuperato per l’occasione, grazie ai Friends of Florence, come la Pala Nerli di Santo Spirito.

La mostra, accompagnata da un catalogo pubblicato da 24 ORe Cultura – Gruppo 24 ORE, è posta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica ed è promossa da Roma Capitale – Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico, dall’Azienda Speciale Palaexpo e dalla Fondazione Roma.

Comments are closed.