Carlo Maria Lomartire – Festival

0

Carlo Maria Lomartire - Festival È il 29 gennaio 1951 quando alla radio viene trasmessa la prima edizione del Festival della canzone italiana di Sanremo. Mentre i cantanti si esibiscono, rumorosi camerieri che servono ai tavoli si aggirano nel salone delle feste del Casinò municipale: oltre al suono della musica, insomma, sembra che si diffonda nell’aria anche il tintinnare di posate e bicchieri. Siamo nell’Italia del centrismo di De Gasperi, del Piano Marshall e della riforma agraria eppure, a dispetto delle poche righe che il «Corriere della Sera», unico tra i quotidiani dell’epoca, dedicò alla nuova manifestazione, quella che doveva essere una semplice competizione canora si trasformò anno dopo anno in un grande spettacolo popolare destinato all’immensa platea televisiva. Ma non solo. Nel corso dei decenni su Sanremo si sono interrogate le penne di scrittori e polemisti, sociologi e opinion maker: autentica e fedele colonna sonora del paese o cartolina illustrata, sempre più sbiadita, di un provincialismo culturale duro a morire? Snobbato dai pochi (pochissimi) cantautori che non vi hanno mai partecipato, stigmatizzato dagli intellettuali superciliosi – ma per l’Arbasino degli impegnati anni Sessanta poteva essere un argomento assai più vivo che non le «noiose discussioni» sui destini del realismo in letteratura – il Festival si è rivelato nel tempo un termometro piuttosto affidabile delle evoluzioni del costume e della società. Districandosi con abilità in mezzo a una mole imponente di dati, aneddoti e retroscena, ma senza perdere di vista il contesto politico ed economico dell’ultimo mezzo secolo, Carlo Maria Lomartire tratteggia con scrupolo e attenzione l’affresco musicale di un’intera nazione e, insieme, un suggestivo album di ricordi nel quale ognuno di noi si può ritrovare.

Carlo Maria Lomartire, giornalista, si è sempre occupato di temi economici e politici. È stato, fra l’altro, inviato speciale del «Giorno». Ha curato i servizi di economia e finanza per i telegiornali Rai della sede di Milano. È stato caporedattore per l’economia del Tg5, vicedirettore di Studio Aperto, responsabile editoriale di Mediavideo. Ha pubblicato Mattei (2004), Insurrezione (2006), Il bandito Giuliano (2007), Memorie di un partigiano aristocratico (2007, con Paolo Brichetto Arnaboldi), Il qualunquista (2008), o’ Comandante (2009).

Scheda libro

Autore:
Carlo Maria Lomartire
Titolo: Festival
Editore: Mondadori
Collana: Varia saggistica italiana
Prezzo: € 18,50
Pagine: 296
Anno: 2012

Comments are closed.