Milano | Volti e luoghi nella pittura italiana dell’800

0

ETTORE TITO, Con la rosa tra le labbra, 1895 Olio su tavola, 25,4 x 41,4 cm

La Galleria Bottegantica di Milano apre la nuova stagione espositiva 2012 con una grande rassegna dal titolo “Volti e luoghi nella pittura italiana dell’800”. In mostra, dall’ 1 marzo al 19 maggio 2012, opere dei più noti maestri dell’Ottocento italiano: Mosè Bianchi, Luigi Bechi, Italico Brass, Marco Calderini, Alceste Campriani, Ulisse Caputo, Beppe, Emma e Guglielmo Ciardi, Luigi Conconi, Giovanni Fattori, Luigi Ferrazzi, Arnaldo Ferraguti Visconti, Gerolamo Induno, Vincenzo Irolli, Egisto Lancerotto, Francesco Lojacono, Cesare Maggi, Pompeo Mariani, Francesco Paolo Michetti, Edoardo Monteforte, Stefano Novo, Eugenio Panerai, Antonio Paoletti, Attilio Pratella, Federico Rossano, Pablo Salinas, Giovanni Sottocornola, Michele Tedesco, Ettore Tito.

Per l’occasione sono stati selezionati 40 dipinti che esemplificano l’evoluzione del genere del ritratto e del suo relazionarsi con il paesaggio, tra i quali: il suggestivo ritratto Con la rosa tra le labbra di Ettore Tito; la raffinata composizione di Una madre di Michele Tedesco e de La rivale di Pompeo Mariani; gli accesi cromatismi dei Pescatori di Telline e della Raccolta delle olive di Francesco Lojacono; la dolce solarità di Tenerezze di Beppe Ciardi e de L’ascolto del flauto di Marco Calderini; la seducente eleganza de Le calze verdi di Ulisse Caputo; il silenzio evocato dal Libro azzurro, delicato pastello di Giovanni Sottocornola; fino ai variopinti Papaveri di Alceste Campriani e La preghiera alla Madonnina di Vincenzo Irolli.

Comments are closed.