“E io non ci vado” – Nuove idee per avvicinare gli Italiani ai luoghi d’arte – Convegno a Firenze

0

Firenze, E io non ci vado

Nell’ambito della prima edizione di Fiera Art & Tourism, evento internazionale dedicato al turismo culturale, sabato 19 maggio 2012 alle ore 15.00, a Firenze, presso la Fortezza da Basso, è in programma  il convegno “E io non ci vado. I motivi della disaffezione e qualche idea per avvicinare gli Italiani a mostre e musei”.

Nel 2010 6 italiani su 10 con più di 18 anni non hanno visitato né un museo, né un’area archeologica, né una mostra, per un totale di oltre 28 milioni di non fruitori delle offerte culturali sia italiane che straniere. Si tratta di persone comprese sia nella fascia più anziana della popolazione (individui con più di 64 anni di età) che in quella tra i 25 e i 44 anni; un fenomeno rilevato, in particolar modo, tra le donne (solo il 39,5% di queste visita una mostra o un museo) e, territorialmente, più evidente nelle regioni del Sud e in quelle del Nord Ovest.
Sono questi i dati che emergono dall’indagine dedicata ai consumi culturali in Italia, di prossima pubblicazione, condotta dal Centro Studi “Gianfranco Imperatori” dell’Associazione Civita, con il sostegno della Fondazione Roma Arte-Musei. Il convegno, pertanto, rappresenta un’importante occasione di confronto per tentare di individuare le ragioni di tale disinteresse e, nello stesso tempo, discutere sulle possibili strategie operative per aumentare il numero dei visitatori nei nostri luoghi d’arte.

All’incontro interverranno alcuni tra i principali amministratori del patrimonio culturale italiano e straniero, tra i quali: Roberto Cecchi, Sottosegretario al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Cristina Acidini, Soprintendente Speciale per il Patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze, Suzanne L. Shenton, General Manager Visitor Services Metropolitan Museum of Art, Josep Ejarque, esperto di turismo e marketing territoriale, e Mario Caligiuri, Assessore alla Cultura e Beni Culturali Regione Calabria.

Comments are closed.