Scolpire l’anima di una Nazione, mostra di Wu Weishan

0

A Roma, a Palazzo Venezia, dal 24 novembre al 16 dicembre 2012 rimane aperta al pubblico la mostra di Wu Weishan dal titolo “Scolpire l’anima di una Nazione“.

In esposizione le più importanti figure della cultura cinese ritratte dal maestro, la rappresentazione dell’individuo e le emozioni del genere umano nel rapporto con la storia, fra Oriente e Occidente.

Nel corso dei suoi vent’anni di carriera, Wu Weishan ha creato oltre 500 sculture rappresentando una vasta scelta di soggetti. L’opera principale del Maestro Wu è la scultura di ritratti di personaggi famosi appartenenti sia al passato che alla storia moderna. Nel corso degli anni ha realizzato sculture di oltre 200 celebrità cinesi e straniere, fra cui quelle di Qi Baishi, tra i più importanti e riconosciuti artisti della pittura moderna cinese, di cui alcune opere sono state esposte proprio a Palazzo Venezia nel 2011, Chen Ning Yang, premio Nobel per la Fisica, Shiing-shen Chern, illustre matematico, fino ad arrivare ai grandi personaggi del mondo occidentale come Leonardo da Vinci, con una sua scultura in mostra, la Regina Beatrice dei Paesi Bassi, che nel 1996 invita il Maestro Wu a recarsi in Olanda desiderosa di essere ritratta in una scultura.

La mostra espone un’accurata selezione di 23 opere scelte tra le centinaia prodotte dal maestro Wu Weishan, dal 1992 ad oggi, e si articola in tre importanti sezioni Dialogo con i grandi Maestri, Dialoghi con la realtà, Dialogo con il popolo sofferente.

L’esposizione curata dall’artista, ha il patrocinio del Ministero della Cultura della Repubblica Popolare Cinese, l’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia insieme al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, ed è organizzata dall’Accademia Nazionale d’Arte Cinese, la Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della Città di Roma, in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Roma, l’Università di Nanchino e con il supporto del Museo Nazionale della Cina, l’Associazione degli Artisti Cinesi ed il Museo Nazionale d’Arte della Cina (NAMOC).

Comments are closed.