“Storie di ultimi… e vere” di Enzo Pappacena e Mario Delpiano. Un libro che piacerà a Papa Francesco

0

Copertina del libro Storie di ultimi... e vereSe a marzo 2013 gli eminentissimi cardinali ci hanno regalato Papa Francesco, un Papa nuovo per un mondo di uomini nuovi, due mesi prima ci è giunto un invito a riflettere sulla insostenibile condizione degli ultimi di questo nostro mondo, in particolare sugli adolescenti e sui giovani in difficoltà, indifesi ed emarginati. Lo ha fatto l’Editrice ELLEDICI di Torino pubblicando, nella collana ‘Giovani ed Educazione Religiosa’,    Storie di ultimi… e vere di Enzo Pappacena, un laico Salesiano Cooperatore ed educatore, direttore della rivista on line Bit Culturali, e di Mario Delpiano, un Salesiano di Don Bosco, educatore e pastoralista, appassionato allo studio della condizione dei minori e direttore del Centro Don Bosco di Napoli.

Si tratta di un volumetto che certamente piacerà a Papa Francesco, se teniamo conto della sua vita vissuta, come parroco e come arcivescovo, in Argentina, in mezzo ai poveri indifesi. Egli vi ritroverà il mondo al quale ha scelto di essere sempre vicino e sentirà suo questo libro. Egli vi rivivrà storie simili a quelle a Lui note, infatti «le storie raccolte in questo libro sono vere. I due autori le hanno intercettate nella cruda realtà di un borgo antico e quasi abbandonato, ormai periferia di una media città che sviluppava i suoi tentacoli in altre direzioni. Raccontano di incontri, della vita con le sue sofferenze, gioie, abbandoni e abbracci, sventure e riscatti di piccoli, di giovani vite, di ultimi».

Sono «storie preziose» che la vita ha regalato ai due autori in altrettanti incontri «che li hanno fatti riflettere e anche pregare». Per questo ognuna delle otto storie è seguita da ‘spunti di riflessione per i ragazzi in gruppo’ e da ‘spunti di riflessione per giovani e adulti’, seguiti a loro volta da una preghiera. Ciascuna di queste preghiere per la loro religiosa bellezza poetica sublimano il momento di ogni incontro al quale fanno riferimento rendendolo un «dono di vita».

È fuori discussione che questo libro oltre che offrire una coinvolgente lettura, uno stile snello e un vocabolario essenziale, può essere considerato un autentico e valido strumento didattico che in brevi racconti tocca temi di grande interesse sotto il profilo sociale ed umano quali  ‘la ricerca dell’identità tra sogno e realtà’, ‘l’adolescenza senza famiglia’, ‘i piccoli condannati ad essere grandi’, ‘l’infanzia negata’, ‘la città dimenticata tra povertà e abbandono’, ‘il dire sì alla vita’, ‘la disabilità tra indifferenza e integrazione’ , ‘la malattia e l’emarginazione’.

Certamente l’egoismo, l’ingordigia, la superbia e la superstizione possono rendere l’uomo insensibile alle sofferenze di questo nostro mondo. Ma una religiosità che difende la vita e la persona umana ci invita ad ascoltare l’Altro e a porre la nostra attenzione e riflettere sui più deboli e sui defraudati.
Questo volumetto richiama gesti e azioni che hanno seminato infelicità e sofferenza. Infelicità e sofferenza trasmessa e rivissuta attraverso la parola, che, bandita la ‘superstitio’ e resa pura dalla ‘religio’, diventa preghiera e, a sua volta, invoca gesti concreti di cristiana nuova fratellanza francescana.
Speriamo che le misteriose onde, sprigionatesi in forma sonora dalla glottide di chi ha vissuto o vive la sofferenza e consegnate alla memoria anche attraverso la forma scritta, come in questo libro, vengano intese come sfogo ed invocazione dei più sani bisogni sociobiologici richiesti dal cervello della persona umana e come tali non meritevoli di essere trascurati, pena sofferenze maggiori.

Rinaldo Longo

Scheda libro

Autori: Enzo Pappacena, Mario Delpiano
Titolo:  Storie di ultimi… e vere che aiutano a vivere
Editore: Elledici
Collana: Giovani ed educazione religiosa
Prezzo: € 6,00
Pagine: 64
Anno: 2013

Leave A Reply