Tre figure Achille, Meleagro, Cristo

0

Tre figure Achille, Meleagro, CristoPer una serie di circostanze imprevedibili le immagini di Achille, Meleagro e Cristo, usate e riusate per secoli, s’intrecciarono, sovrapponendosi. Che cosa spiega la loro ibridazione, la loro persistenza, la loro migrazione attraverso il tempo e lo spazio? Quanto contarono, nella fortuna di queste figure, le formule compositive originarie e quanto il contesto che di volta in volta le fece proprie? Questo libro cerca di rispondere a queste domande. Chi legge entra in un cantiere dove hanno lavorato, separati da secoli o millenni, scultori e pittori, storici e storici dell’arte. Luca Giuliani analizza la genesi e il precoce riuso nell’antichità romana dell’iconografia di Achille in lutto presso il cadavere di Patroclo; Maria Luisa Catoni, la possibile genesi e il riuso in età post-antica di una formula della disperazione di fronte alla morte; Salvatore Settis, la fortuna rinascimentale di uno schema iconografico antico usato per rappresentare il corpo esanime di Cristo; Carlo Ginzburg, la genesi della nozione di Pathosformel (formula di pathos) coniata da Aby Warburg.

Scheda libro

Autori: Maria Luisa Catoni, Carlo Ginzburg, Luca Giuliani, Salvatore Settis
Titolo: Tre figure Achille, Meleagro, Cristo
Cura: Maria Luisa  Catoni
Traduzione: Barbara  Anceschi
Editore: Feltrinelli
Collana: Campi del sapere
Prezzo: € 25,00
Pagine: 192
Anno: 2013

Leave A Reply