In Arte Procida – Al via la rassegna di arte e cultura sulle sponde dell’isola campana

0
Isola di Procida - Corricella - Foto di Andrea Marletta

Isola di Procida – Corricella – Foto di Andrea Marletta

L’arte torna a bagnare le sponde di Procida, grazie all’impegno di un gruppo di giovani creativi e molto attivi nella promozione del territorio attraverso la cultura.
Per tutto il mese di agosto, infatti, l’associazione INDIfferenti proporrà un cartellone di eventi nei quali musica, letteratura, fotografia, teatro saranno gli indiscussi protagonisti delle notti isolane.

Chiara Scotti, l’organizzatrice della rassegna dal titolo “In Arte Procida”, illustra il programma ai nostri lettori: «Iniziamo da BALLADS, in calendario il 1 agosto 2013, il nuovo progetto artistico di Francesco Di Bella, frontman dei 24 Grana e Alfonso Fofò Bruno, perchè sarà il primo di una lunga serie di eventi musicali che hanno come obiettivo quello di sensibilizzare i giovani verso un tipo di cultura non mainstream, ossia aperta ad esperienze poco conosciute, ma degne di nota. Lo stesso nome dell’associazione organizzatrice della rassegna, infatti, deriva da un gioco di parole che include la parola INDIE, come riferimento alla musica indipendente, quella più lontana dalla cultura di massa e dai circuiti di diffusione più commerciali. Il 6 agosto è poi il momento di Tommaso Di Giulio (trio) in “Per fortuna dormo poco“, un giovane cantautore romano prodotto dalla Leave Music, giá etichetta discografica di Alessandro Mannarino. Si continua con il teatro e la fotografia. Il 22 agosto andrà in scena “L’amore non è mai quello che sembra“, commedia musicale scritta da Aurelio Allocco e con il contributo fotografico dei partecipanti al workshop organizzato dell’associazione romana AF2L. Il 24 agosto sarà, invece, presentato il libro del  giovane scrittore procidano Diego Di DioÈ tempo sprecato uccidere i morti“. A concludere “In Arte Procida” sarà un tributo a Giorgio Gaber la sera del 29 agosto, con il concerto dei POLLI DI ALLEVAMENTO, unica tribute band del grande compianto artista italiano».

Al via, dunque, la prima edizione di una rassegna culturale organizzata con il contributo di tanti giovani desiderosi di esprimersi e comunicare con l’arte, riportando l’isola campana alla sua dimensione naturale di ispiratrice di artisti. Infatti, Procida, fino agli anni 70, è stata frequentata da personalità  di fama internazionale, letterati come Alberto Moravia ed Elsa Morante o pittori come Toti Scialoja, Marc Chagal e Cy Twombly, per citare solo alcuni nomi noti, che hanno trovato tra le sponde ed i promontori di Procida un’incommensurabile fonte di ispirazione.

Leave A Reply