Via Crucis di Raffaella Surian

0

Raffaella Surian, Via crucisIl Museo Diocesano di Milano, nell’ambito del nuovo appuntamento di MuDi Contemporanea, ospita dall’ 11 ottobre al 10 novembre 2013 (prorogata fino al primo dicembre 2013) la Via Crucis di Raffaella Surian.

La mostra, curata da Paolo Biscottini, presenta le 14 stazioni accompagnate da testi, liberamente tratti dalla Via Crucis al Colosseo, presieduta da Giovanni Paolo II, il venerdì santo del 1991.

La tecnica realizzativa segue un iter molto preciso che riprende l’idea dell’artigianalità dell’arte, con l’autore non solo impegnato nel disegno a carboncino del soggetto, ma anche nella sua colorazione usando pigmenti creati per l’occasione, su un supporto di carta trattata con colle e resine.

In questo nuovo ciclo di opere, il tema del sacro, da sempre presente nei suoi lavori, risulta declinato in modo molto più radicale, coinvolgendo anche l’ambito linguistico.

Raffaella Surian, infatti, abbandona l’astrazione collocandosi nell’alveo della pittura figurativa. L’artista si cala nel dolore della Via Crucis e se ne appropria, interpretandolo di volto in volto, toccandolo con le mani mentre accartoccia la carta perché prenda forma e diventi scultura.

Comments are closed.