Milano | Tino Stefanoni. L’enigma dell’ovvio

0

 Tino Stefanoni, Senza titolo, cm32x42 2006 acrilici su tela

La Galleria Gruppo Credito Valtellinese a Milano dal 20 novembre 2013 all’11 gennaio 2014 ospita l’antologica di Tino Stefanoni dal titolo “L’enigma dell’ovvio“.

L’esposizione, curata da Valerio Dehò, presenta oltre cento opere, realizzate dal 1965 a oggi, in grado di documentare il percorso creativo di un artista che è riuscito a combinare gli echi della Pop Art internazionale con la razionalità della Metafisica di Carlo Carrà e di Giorgio de Chirico, i cui lavori sono diventati delle vere e proprie icone contemporanee.

Nella pittura di Tino Stefanoni sono evidenti i richiami proprio a quella pittura del Quattrocento italiano e, in particolare, del Beato Angelico, in cui la passione per l’osservazione è sempre stata legata alla rivelazione delle geometrie segrete tra gli oggetti e gli elementi del paesaggio.

Il titolo dell’esposizione, L’enigma dell’ovvio, rispecchia perfettamente la poetica di Tino Stefanoni fatta di elementi semplici, ma che vengono presentati in un modo spiazzante, facendoli diventare qualcosa di misterioso. La dimensione, di apparente semplicità, rende enigmatici questi lavori che attestano la qualità e il pensiero di un artista che ha traversato da protagonista gli ultimi 50 anni di storia dell’arte italiana.

Comments are closed.