Alternative Nomadi – Mediterranea 16

0

Randa Maddah, Light Horizon, 2012, Video DVD, 7’22”

Nella Sala delle Colonne della Fabbrica del Vapore di Milano dal 4 dicembre 2013 al 12 gennaio 2014 è in programma Alternative Nomadi, una mostra collegata a Mediterranea 16 – Errors Allowed, la sedicesima Biennale dei Giovani artisti dell’Europa e del Mediterraneo che si è tenuta la scorsa estate ad Ancona.

La rassegna, curata da Alessandro Castiglioni, prende il nome dal titolo del libro di Bruce Chatwin, L’alternativa nomade, pubblicato da Adelphi nel 2010.

Il percorso, suddiviso su due sedi, la Fabbrica del Vapore e il museo MA*GA di Gallarate (dal 4 al 22 dicembre 2013), raccoglie rispettivamente le opere di quattordici e dieci artisti, già invitati a Mediterranea 16.
Attorno a differenti nuclei di indagine, quali le implicazioni politiche della costruzione di un’immagine, le relazioni tra identità individuale e contesto sociale, il valore dell’esperienza dei luoghi, si presenteranno le possibili alternative nomadi che gli artisti, attraverso il proprio lavoro, propongono alla nostra quotidianità.

A Milano vengono esposti i lavori di Ahmed Kamel (EG) | Fabian Bechtle (DE) | Driton Selmani (KS) | Marco Monterzino (IT) | Seçkin Aydin (TR) | Roberto Fassone (IT) (Politiche dell’immagine); Alice Pedroletti (IT) | Léna Durr (FR) | Marie Thèrese Saliba (LB) | Enrico Boccioletti (IT) (Identità); Ismini Chacholiadou (CY) | Viola Conti (SM) | Randa Maddah (SY) | Sebastiano Sofia (IT) (Spazi).
A Gallarate nella sezione dal titolo Videofocus, sono presentati i video di Etienne De France (FR) | Veli&Amos (SI) | Igor Bezinović (HR) | Hanna Hildebrand-Paul Wiersbinski (IT-DE) | Virginia Zanetti (IT) | Randa Maddah (SY) | Esmir Prlja (BA) | Lilo Nein (AT) | Bujar Sylejmani (KS) | Silvia Giambrone (IT).

Comments are closed.