L’heure espagnole e L’enfant et les sortilèges di Ravel al Teatro dell’Opera di Roma

0

L’heure espagnole e L’enfant et les sortilèges - Dittico di Ravel - Opera di RomaCon la prima del dittico L’heure espagnole e L’enfant et les sortilèges di Maurice Ravel, in programma al Teatro dell’Opera di Roma giovedì 30 gennaio 2014, alle ore 20, (la prima del 30 gennaio è stata annullata) debutta al Costanzi il regista Laurent Pelly e ritorna sul podio dell’Orchestra capitolina il direttore Charles Dutoit.

Il dittico di Ravel segna la collaborazione del Teatro dell’Opera di Roma con il prestigioso Festival di Glyndebourne, dove la produzione è stata allestita nel 2012 dal regista francese che ne ha firmato, oltre alla regia, anche i costumi. Le scene di L’enfant et les sortilèges sono di Barbara de Limburg, quelle di L’heure espagnole sono di Caroline Ginet.

I due atti unici rappresentano l’emblema della raffinata poesia raveliana: L’heure espagnole è un’ironica farsa musicale scritta in omaggio all’opera buffa italiana, con la più classica delle girandole erotico-amorose tra l’ingenuo marito Torquemada (François Piolino), la disinvolta moglie Concepciòn (Stéphanie d’Oustrac) e i suoi spasimanti, il poeta Gonzalve (Benjamin Hulett), il mulattiere muscoloso Ramiro (Jean-Luc Ballestra) e il ricco signore don Inigo (Andrea Concetti), che si alternano celati negli ingranaggi degli orologi della casa-bottega di Torquemada.

L’enfant et les sortilèges, composto su un testo che la scrittrice Colette realizzò per la piccola figlia, è un inno al tempo fantastico dell’infanzia e alla dolcezza dell’immaginazione. Un bambino (Khatouna Gadelia) lasciato in punizione nella sua cameretta dalla madre (Hanna Hipp), dopo essersi abbandonato ai capricci si accorge che la sua stanza comincia a prendere vita e gli oggetti da lui maltrattati rivelano una propria anima parlando, danzando e lamentandosi: la Gatta (Stéphanie d’Oustrac), il Fuoco (Kathleen Kim), il Pipistrello (Julie Pasturaud), la Teiera (François Piolino), la Poltrona (Andrea Concetti). Il bambino pentito e spaventato viene perdonato dalle creature animate e ritorna tra le braccia consolatrici della madre.

Il dittico L’heure espagnole e L’enfant et les sortilèges, dopo la prima del 30 gennaio (annullata), sarà replicato sabato 1 (ore 18), domenica 2 (ore 16.30), martedì 4 (ore 20) e giovedì 6 febbraio (ore 20).

Comments are closed.