Scoperta una necropoli sotto gli Uffizi di Firenze, rinvenuti 60 scheletri

0
Necropoli rinvenuta sotto gli Uffizi di Firenze

Necropoli rinvenuta sotto gli Uffizi di Firenze

A Firenze, nell’area sottostante il salone di lettura della  Biblioteca degli Uffizi,  durante i lavori relativi al progetto Nuovi Uffizi, è stata portata alla luce una necropoli, risalente al V-VI secolo d.C., nella quale sono stati individuati una sessantina di scheletri.

Quella visibile è solo una piccola parte di un’area cimiteriale vasta, costituita da numerose tombe a fossa multiple, stipate una accanto all’altra. Tutto sembra far pensare che in ognuna di esse i defunti furono deposti in un brevissimo arco temporale. Le fosse comuni, che ospitano ognuna almeno quattro–cinque cadaveri ma anche più di dieci, esprimono, infatti, secondo gli studiosi, la necessità di seppellire rapidamente un gran numero di morti. Anche l’orientamento non omogeneo degli inumati è indizio di un’attività cimiteriale concentrata in un arco temporale molto limitato e tesa al massimo sfruttamento dello spazio disponibile per le sepolture.
Poiché questa tipologia di inumazione, come spiegano gli esperti, è spesso la testimonianza di avvenimenti disastrosi per la popolazione, ad esempio un’epidemia, è ipotizzabile che si sia trattato di una moria imponente e rapida, come si verifica nel corso di un’epidemia ad alto contagio.

Nelle prossime settimane se ne saprà di più poiché sono state intraprese indagini di natura antropologica, palinologica e paleobotanica, che forniranno maggiori particolari su quanto è accaduto a Firenze 1500 anni fa.

Comments are closed.