Brera, proseguono i lavori di restauro del Napoleone di Canova

0
Laboratorio di restauro del Napoleone di Canova

Laboratorio di restauro del Napoleone di Canova

Milano – Il Napoleone di Canova, dopo la fase preliminare dei lavori di restauro, è ora collocato in posizione orizzontale nel cortile d’onore del Palazzo di Brera.
Prosegue, dunque, regolarmente la realizzazione del progetto studiato dalla Soprintendenza per i beni Storici Artistici e Etnoantropologici di Milano e dall’Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi.

Nella prima fase, durata tre mesi, la statua è stata lasciata sul proprio basamento, in posizione verticale all’interno di un primo laboratorio di restauro. In tale periodo si sono realizzate varie operazioni tecniche.

Lo studio Myallonnier Ingegneria ha effettuato la digitalizzazione della scansione 3D dell’intero monumento, realizzando le prime tavole orto-fotografiche necessarie per l’individuazione del baricentro della statua e la distribuzione del suo peso sul basamento.

L’Istituto per la Conservazione e Valorizzazione dei Beni Culturali (ICVBC) e l’Istituto di Scienze marine (IsMAR) del CNR hanno eseguito una prima campagna di campionatura e analisi della superficie bronzea.

Lo studio CSG Palladio ha effettuato una campionatura delle superfici della schiena e della zona protetta dal manto necessaria per identificarne la lega e per determinare lo spessore dei prodotti di corrosione.

Lo studio Colella Servabo Restauri ha avviato, contestualmente ai risultati consegnati dal CNR, le operazioni di preliminare pulitura sia del basamento marmoreo che della superficie bronzea.

L’ 8 gennaio 2014 si sono svolte le delicate operazioni di movimentazione della statua dal basamento. Alle prime ore della mattina la statua è stata imbragata e pesata, con esiti superiori alle previsioni: 3.180 Kg. La Ditta Edilizia Fontana ha poi provveduto alla costruzione, attorno al Napoleone, di una gabbia, progettata appositamente dall’Ing. Orlandi, per la movimentazione. Con l’uso di una gru, la gabbia contenente la statua è stata sollevata e posizionata a terra verticalmente. È poi stata collocata orizzontalmente per permettere ai tecnici di operare con sicurezza ed efficacia anche all’interno del manufatto.

Nei giorni successivi è stato costruito attorno alla statua e al basamento il laboratorio di restauro progettato da Mario Bellini, con grafica di Italo Lupi, che hanno generosamente offerto la loro collaborazione gratuita.
Il laboratorio di restauro, trasparente nella facciata verso via Brera, consentirà al pubblico di osservare e seguire lo svolgersi del restauro.

Il progetto di restauro è reso possibile grazie al generoso contributo di Bank of America Merrill Lynch che, attraverso l’Art Conservation Project, sostiene istituzioni non profit dedite alla conservazione di opere significative per il patrimonio culturale e artistico.
Il restauro è progettato e diretto da Daniele Pescarmona per la Soprintendenza per i beni storici artistici e etnoantropologici di Milano.

Comments are closed.