Paola de Gregorio e Firenze. Le radici di una artista italiana

0

Paola de Gregorio, tondo bassaA Firenze, al circolo degli artisti Casa di Dante, dall’8 marzo al 3 aprile 2014 è in programma la mostra “Paola de Gregorio e Firenze. Le radici di una artista italiana. Sculture, disegni e altre parole”.

In esposizione una sessantina di opere tra sculture a tutto tondo, bassorilievi e disegni in diversi materiali ed è suddivisa fra le sale dello spazio espositivo secondo i settori che contraddistinguono il percorso e il lavoro dell’artista in questi ultimi anni: la ritrattistica, i temi sociali, il rinnovamento iconografico dell’arte sacra.

E’ una scultura tutta “al femminile”, quella di Paola de Gregorio. Non è un caso che l’inaugurazione cada nel giorno della festa della donna. L’artista crea forme concave anziché convesse, sia perché la concavità è caratteristica della psiche femminile, sia perché è espressione diretta della sua azione sulla materia: il carving.

Ci sono sculture a tutto tondo, disegni, ma soprattutto bassorilievi. Altra particolarità di tutte le sue opere è la simbiosi stretta tra parole e immagini.

Comments are closed.