Un incessante andirivieni. Simmel interprete di Rodin

0

Nella Sala del Mito della Galleria nazionale d’arte moderna di Roma, venerdì 21 marzo 2014 alle ore 15.00, Andrea Pinotti terrà, la conferenza Un incessante andirivieni. Simmel interprete di Rodin. La conferenza s’inserisce nella rassegna “Arte e filosofia del Novecento”, curata da Giuseppe Di Giacomo e Maria Giuseppina Di Monte.

È davvero possibile rendere il movimento nell’arte più statica che vi sia, in scultura? Il filosofo Georg Simmel ne è profondamente convinto; e ha una risposta precisa a quella domanda: “Rodin”. Riflettere sul modo in cui lo scultore francese affronta la sfida della cinematica nella plastica è, per Simmel, l’occasione per rimettere in discussione non solo la coppia stasi-movimento, ma anche quelle di essere-divenire, forma-contenuto, arte-vita. Più che un artista, Rodin può diventare così, nella prospettiva simmeliana, un modo peculiare di stare al mondo, uno stile che configura una maniera esemplare di sentire l’esistenza e la vita. Stile che, come tale, può essere paragonato, al di là di ogni preoccupazione filologica, ad altre istanze altrettanto esemplari che con quelle coppie fondamentali si sono confrontate, pervenendo ad altrettanti modi tipici e irriducibili di esistenza e di rappresentazione: Michelangelo, Rembrandt, Van Gogh.

Comments are closed.