Il colore della notte: le città venete si tingono di fascino nelle fotografie di Alberto Nascimben

0

Padova Piazza Erbe, Alberto Nascimben

Il colore della notte. Fotografie di Alberto Nascimben è il titolo della mostra che dal 17 dicembre 2014 all’11 gennaio 2015 resterà aperta al pubblico al Centro culturale Altinate San Gaetano di Padova .

In esposizione un’ottantina di fotografie notturne delle sette città capoluogo del Veneto (Venezia, Padova, Rovigo, Vicenza, Verona, Treviso, Belluno), riprese nell’arco di due anni. Le immagini non sono un repertorio sistematico-documentativo, ma visioni, che, dopo essere rimaste per anni nella memoria dell’autore, si sono materializzate attraverso il linguaggio fotografico analogico del bianco e nero e una sottile percezione dei valori tonali notturni: il bianco, il nero e i grigi, il cromatismo della notte.

Le immagini sono raccolte nel volume Il colore della notte. Notturni di città venete (editrice Terraferma, 2008), con testi di Ulderico Bernardi, Eugenio Riccomini e Italo Zannier; la realizzazione degli impianti e della stampa è stata eseguita con la tecnica tipolitografica, e non con il sistema digitale, per restituire l’immagine con la massima fedeltà alla stampa originale fotografica.

Alberto Nascimben vive a Treviso, dove ha ripreso l’attività fotografica dopo aver vissuto una vita in mezzo ai libri, letti e venduti (era direttore commerciale di una casa editrice). Si dedica ormai da molti anni al linguaggio fotografico analogico in bianco e nero. Realizza personalmente l’intero processo, dalla ripresa alla stampa finale, nella convinzione che ciò sia indispensabile per restituire all’osservatore l’impatto emotivo personalmente vissuto. Ha esposto i propri lavori in diverse mostre personali, a partire dal 1956, quando con una sua fotografia ha vinto il premio Mazzotti a Treviso. Ha pubblicato due libri di fotografie: Passeggiate trevigiane (Canova, 2000) e Il colore della notte (Terraferma, 2008).

Comments are closed.