Ravello, Festival di Capodanno tra musica e danza

0

Uomini in frac

Grandi ospiti sono attesi a Ravello per il Festival di Capodanno, in programma all’Auditorium Oscar Niemeyer. Quest’anno la kermesse offre un ricco calendario di spettacoli, che spaziano dalla danza alla musica classica passando per jazz e pop.

Sabato 27 dicembre 2014 (ore 19.00) la danza è protagonista con una “Carmen” fuori dagli schemi interpretata da Rossella Brescia sulle coreografie di Luciano Cannito e le musiche di Georges Bizet e Marco Schiavoni.

Domenica 28 dicembre (ore 19.00) arriva a Ravello il MEI (Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza), che festeggia i suoi vent’anni di successi con l’evento “Mei Day”. Per l’occasione saliranno sul palco tre band emergenti del panorama musicale italiano indipendente: i toscani Piccoli Animali Senza Espressione (Premio Mei), i romagnoli EQU (Premio Bindi) e il giovane cantautore Riki Anelli (Premio Lauzi) prodotto dalla storica Saar Records.

Lunedì 29 dicembre (ore 19.00) un grande appuntamento con la musica classica: i 60 elementi dell’Orchestra Costa d’Amalfi saranno diretti sul palco dell’Auditorium dal belga Jan Van Der Roost.

Martedì 30 dicembre (ore 19.00) Raiz e Fausto Mesolella portano a Ravello il loro ultimo lavoro, “Dago Red”, proponendo un excursus eclettico tra canzone napoletana, rock, reggae con qualche suggestione etnica mediterranea.

Giovedì 1 gennaio 2015 (ore 19.00) lo spettacolo dedicato a Domenico Modugno. Sul palco un gruppo formato da Peppe Servillo, Javier Girotto, Fabrizio Bosso, Furio Di Castri, Rita Marcotulli e Mattia Barbieri.

Sabato 3 gennaio (ore 19.00) in concerto Cristiano De Andrè che in duo acustico con il chitarrista Osvaldo Di Dio, proporrà al pubblico i brani del proprio repertorio e alcuni dei grandi successi di Faber.

Domenica 4 gennaio (ore 18.00) si conclude con un concerto di Mauro Squillante che guida l’ensemble formato da alcuni orchestrali dei Talenti Vulcanici e da Leonardo Massa (al calascione), che accompagnano le voci di Filippo Morace e Anna Carbonera.

Comments are closed.