Milano rende omaggio a Leonardo con una mostra a Palazzo Reale

0
Leonardo da Vinci, San Giovanni Battista (1506-1515 circa), olio su tavola di noce, 73 ✕ 56,5 cm, Parigi, Musée du Louvre, Département des Peintures, Collezione di Luigi XIV, acquisito nel 1661

Leonardo da Vinci, San Giovanni Battista (1506-1515 circa), olio su tavola di noce, 73 ✕ 56,5 cm, Parigi, Musée du Louvre, Département des Peintures, Collezione di Luigi XIV, acquisito nel 1661

In occasione dell’anniversario della nascita di Leonardo da Vinci, e a ridosso di EXPO 2015,  Palazzo Reale di Milano presenta la mostra “Leonardo 1452-1519. Il disegno del mondo“.
L’esposizione, aperta al pubblico dal 16 aprile al 19 luglio 2015, è curata da Pietro C. Marani e Maria Teresa Fiorio.
In mostra oltre 200 opere provenienti da un centinaio di musei e istituzioni da tutto il mondo, che hanno eccezionalmente prestato opere preziose delle loro collezioni, come i tre dipinti di Leonardo giunti dal Louvre e i trenta disegni autografi della collezione di Sua Maestà la Regina Elisabetta II.

La mostra illustra, attraverso dodici sezioni, le tematiche centrali nella carriera artistica e scientifica di Leonardo, trasversali nella sua lunga estensione, venendo ad abbracciare non solo gli anni della sua formazione fiorentina, ma anche i due soggiorni milanesi, fino alla sua permanenza in Francia.

La sequenza del percorso espositivo presenta nelle varie sezioni opere autografe di Leonardo – dipinti, disegni e manoscritti –, introdotte dalle opere dei suoi predecessori – pittori, scultori, tecnici, teorici – che possano contestualizzare il contributo di Leonardo nella storia dell’arte, della scienza e della tecnica e offrire nel contempo una visione della figura di Leonardo artista e scienziato del suo tempo. Due sezioni finali, tuttavia, mostrano anche l’influenza di Leonardo pittore e teorico dell’arte in età moderna e la formazione del suo mito, incentrato sulla Gioconda.

Queste le dodici sezioni della mostra: Il disegno come fondamento; Natura e scienza della pittura; Il paragone delle arti; Il paragone con gli antichi; Anatomia, fisiognomica e moti dell’animo; Invenzione e meccanica; Il sogno; Realtà e utopia; L’unità del sapere; De coelo e mundo: immagini del divino; I leonardeschi: la diffusione dei modelli di Leonardo e Trattato della Pittura; Il mito di Leonardo.

Oltre ai sette straordinari capolavori pittorici di Leonardo – il San Gerolamo della Pinacoteca Vaticana, la Madonna Dreyfus della National Gallery of Art di Washington, la Scapiliata della Galleria Nazionale di Parma, il Ritratto di musico dell’Ambrosiana e ben tre capolavori, vere icone, dal Museo del Louvre: la Belle Ferronière, la piccola Annunciazione, il San Giovanni Battista – vengono esposti, inoltre, alcuni dei codici originali di Leonardo e un nucleo di almeno cento disegni autografi.

Viene, inoltre, presentato un cospicuo numero di opere d’arte – dipinti, disegni, manoscritti, sculture, codici, incunaboli e cinquecentine –, provenienti dai maggiori Musei e Biblioteche del mondo e da collezioni private, tra cui opere di Antonello da Messina, Botticelli, Filippino Lippi, Paolo Uccello, Ghirlandaio, Verrocchio, Lorenzo di Credi, Francesco di Giorgio Martini, Bonaccorso Ghiberti, Bramante e di altri trattatisti anonimi dei secoli XV e XVI.

La diffusione e la fortuna dell’arte e dei modelli di Leonardo è rappresentata in mostra da splendide opere di Giovanni Antonio Boltraffio, Marco d’Oggiono, Francesco Napoletano, Solario, Francesco Melzi, Giampietrino, Cesare da Sesto, Girolamo e Giovanni Ambrogio Figino e da altri importanti artisti.

Il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia intitolato al grande maestro presta, inoltre, due modelli storici di macchine – il carro automotore e il maglio battiloro –  realizzati dall’interpretazione dei disegni di Leonardo.

A fine percorso, grazie all’accordo con Samsung, i visitatori avranno anche la possibilità di una eccezionale esperienza virtuale: immergersi, con i rivoluzionari occhiali Samsung Gear VR, negli ambienti e nel vissuto del genio vinciano. E infine, per tutti, la possibilità di scaricare su tablet IOS e Android la nuovissima e straordinaria App “ Being Leonardo”, realizzata da Skira.

La mostra, posta sotto l’Alto Patronato del Presidente dela Repubblica Italiana, è promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, che ha concesso in via eccezionale la garanzia di Stato, e dal Comune di Milano – Assessorato alla Cultura ed è ideata e prodotta da Palazzo Reale e Skira.

Comments are closed.