Milano | Primavera di Baggio, stagione concertistica internazionale

0
Carlo Goldstein

Carlo Goldstein

Prende il via la quarta edizione della “Primavera di Baggio“, stagione concertistica da camera, ma anche sinfonica e corale, in programma a Milano, dal primo al 23 maggio 2015, nella storica Chiesa Vecchia, in via Ceriani 3, con la direzione artistica di Davide Cabassi e Tatiana Larionova.

I concerti del venerdì vedranno, come negli anni precedenti, alternarsi giovani promesse del concertismo internazionale (Buratto, Delucchi, Radoeva e molti altri) con star già affermate: Carlo Goldstein, Anton Dressler, Luigi Azzolini, Luca Schieppati e ospiti straordinari, come il “Gomalan Brass“.

«Quella che sembrava una scommessa si è oggi trasformata in una iniziativa musicale capace di portare ospiti nazionali e internazionali di grande qualità anche sul territorio – ha dichiarato Filippo Del Corno, assessore alla Cultura di Milano -. La scommessa è stata dunque vinta e siamo arrivati alla quarta edizione che è parte di Expoincittà e inizia proprio il primo maggio, data di inizio Expo. La Primavera è una rassegna che arricchisce l’offerta musicale e culturale della nostra città con straordinari musicisti che decidono di dedicare tempo a questo progetto e offrire la loro arte a questo quartiere e a tutta Milano».

Il programma, sempre pensato per attrarre bambini e ragazzi, vede esecuzioni, tra le altri cose, di capisaldi della letteratura musicale, quali la “Petit Messe Solennelle” di Rossini, la “Rapsodia in Blu” di Gershwin, il Concerto K 466 di Mozart e la “Fantasia Corale” di Beethoven. Oltre agli abituali “off” del giovedì, che occupano i cortili del quartiere con serate jazz e folk, organizzati dalle associazioni di quartiere, l’offerta si arricchisce d’incontri straordinari con i musicisti, aperti ai giovani che vorranno incontrarli e suonare per loro. Protagonisti di quest’anno: Roberto Cominati, Cristiano Burato, Roberto Furcht e il mitico Enrico Intra.Tutti gli eventi della “Primavera di Baggio” sono ad ingresso libero.

Comments are closed.