Un laboratorio di liuteria al Castello Sforzesco di Milano

0

Arti e Mestieri: le mani sapienti
Le Sale Panoramiche del Castello Sforzesco di Milano ospitano, durante tutto il semestre Expo, dal 5 maggio al 31 ottobre 2015, un laboratorio di liuteria, allo scopo di far conoscere ai giovani l’arte di costruire, riparare e restaurare violini, liuti e chitarre.
La Sala è situata al di sopra del Museo degli Strumenti Musicali, che ha ricevuto dalla famiglia Monzino, attiva fin dal 1750 nella produzione e distribuzione di strumenti musicali, parte della propria collezione.

Il laboratorio illustra le fasi costruttive di alcuni strumenti musicali, allo scopo di stimolare le future generazioni e favorire la ripresa del lavoro artigianale anche in ottica occupazionale.
Sono in programma anche esibizioni musicali.
Lo spazio che ospita il progetto è a forma di violino e si sviluppa su una superficie di oltre 350 mq.

Il progetto culturale, pedagogico e didattico “Arti e Mestieri: le mani sapienti” è promosso dalla Fondazione Antonio Carlo Monzino. Costituita il 10 giugno 1999, la finalità della Fondazione, secondo gli obiettivi statutari, è quella di salvaguardare il patrimonio della Collezione di strumenti antichi, tramandati dagli avi, mettendolo a disposizione della collettività e di far scoprire la liuteria alle giovani generazioni.

«Questo progetto, che è parte del palinsesto di ExpoinCittà, testimonia il valore del lavoro artigianale che permette di creare straordinari strumenti musicali e l’unicità della tradizione liutaria italiana – ha dichiarato Filippo Del Corno, assessore alla Cultura del Comune di Milano -. Un aspetto fondamentale, che è anche una caratteristica tutta italiana, è la connessione tra l’estro creativo e i materiali che danno poi vita agli strumenti da cui scaturisce la magia della musica».

Comments are closed.