Sergio Staino, Satira e sogni in mostra a Roma

0

Sergio Staino. Satira e sogniIl MACRO Testaccio di Roma, dal 6 maggio al 23 agosto 2015, ospita negli spazi de La Pelanda – Centro di Produzione Culturale la mostra “antologica” “Sergio Staino. Satira e sogni“, a cura di Maurizio Boldrini e Claudio Caprara.

L’esposizione ripercorre i passaggi decisivi del lavoro artistico di Sergio Staino, attraverso trecento opere, tra disegni, acquerelli e lavori digitali, in un percorso che permette di cogliere le diverse sfaccettature e le diverse fasi dell’intensa attività creativa di uno dei nostri massimi disegnatori e vignettisti, nonché attento narratore e arguto critico del costume nazionale.

In oltre 35 anni di carriera Sergio Staino si è, infatti, cimentato con successo non solo come autore satirico ma anche come regista cinematografico, scrittore, scenografo, e promotore culturale.

Entrando all’ex mattatoio, il visitatore è accolto subito da un lungo e variopinto corteo di personaggi creati da Sergio Staino.
Negli spazi interni sono esposte tutte le più rilevanti opere dell’autore, dai grandi busti di personaggi protagonisti degli ultimi trenta anni della nostra vita politica e istituzionale, narrati con strisce, alcune delle quali mai esposte in Italia, al mondo di Bobo, a partire dalle strisce di Linus degli anni Settanta, preziose per comprendere come sono nati e si sono sviluppati i profili dei protagonisti di quella che poi è divenuta una vera e propria saga della vita sociale politica italiana.

In mostra anche due grandi fondali del Teatro Ariston di Sanremo disegnati da Staino per le due edizioni del Premio Tenco del 2006 e 2007 e un grande schermo – circondato dai disegni di “Lasciami cantare una canzone” – su cui scorrono le immagini e le musiche di famose interpretazioni di Gaber, De André, Guccini e di altri cantautori.

Le opere digitali – grandi tavole che mescolano la tecnica dell’acquarello con quella digitale – occupano un ruolo importante nella mostra romana.

Oltre alle opere esposte a La Pelanda, una sezione “satirico-agro-alimentare” della mostra, dal significativo titolo “Cavoli a merenda“, sarà allestita presso Eataly all’Ostiense.

Comments are closed.