Roma | Appuntamento d’estate con…Marco Aurelio e Traiano

0

Statua equestre di Marco AurelioA Roma ai Musei Capitolini, Piazza del Campidoglio, domenica 2 agosto 2015 alle ore 10.30, è in programma Appuntamento d’estate con… Marco Aurelio.
Una visita didattica per grandi e piccini per scoprire e approfondire la storia del Museo più antico del mondo e della prestigiosa donazione di opere antiche al Campidoglio da parte di Papa Sisto IV.

L’Itinerario, finalizzato alla conoscenza approfondita della donazione di Sisto IV  dei grandi bronzi al Popolo Romano, testimonia la “vivissima passione antiquaria del pontefice”, umanista di formazione filosofica e amante delle antichità.
Il popolo romano veniva  considerato come possessore di tutte le ricchezze che esistevano nella Roma antica: i suoi successori, contemporanei del pontefice, ne erano quindi gli eredi legittimi, e le statue erano loro proprietà di diritto, come tutte quelle che si potevano trovare sul suolo romano.
Il primo nucleo di opere che giunse dal Laterano al Campidoglio era costituito dalla Lupa, dalla testa, dalla mano e dal globo del colosso di Costantino, dal Camillo e dal cosiddetto Spinario.
I bronzi vennero dapprima collocati all’aperto, nel lovium (loggia) del Palazzo dei Conservatori, pochi decenni dopo furono spostati all’interno dell’edificio.
L’interesse verso le opere aumentò sempre di più; particolare attenzione ebbero le testimonianze dell’antica storia repubblicana, molte delle quali vennero restaurate grazie ai finanziamenti degli stessi Conservatori che, con intento propagandistico, restituivano l’integrità esteriore alle opere.
Agli stessi Conservatori si deve anche l’arrivo in Campidoglio di un’altra opera rinvenuta sotto il pontificato di Sisto IV: la statua in bronzo dorato di Eracle, la prima scultura proveniente da scavo a far parte della collezione capitolina.

Sempre domenica 2 agosto alle ore 17.30 ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali, Appuntamento d’estate con… Traiano.
Visita didattica alla scoperta delle tecniche costruttive dei vari periodi di vita del monumento e all’individuazione degli interventi di restauro messi in atto dagli stessi Imperatori e/o dai loro successori, durante il Medioevo, fino ad arrivare alle demolizioni e ai restauri dell’epoca moderna e contemporanea.
La visita inizierà con l’inquadramento storico e topografico dei Mercati di Traiano, cui seguirà la visita delle diverse aree in cui il monumento è articolato, Grande Aula, Piccolo Emiciclo, Grande Emiciclo, ambienti lungo la Via Biberatica. Nel corso della visita si richiamerà l’attenzione dei visitatori sulle tecniche costruttive e sui materiali utilizzati nelle diverse fasi di vita del monumento, ricostruendone la storia attraverso i secoli e le destinazioni d’uso.

Comments are closed.