Napoli, apre il Museo della Pace MAMT – Una sezione a Pino Daniele

0

MAMT - Museo della PaceA Napoli ha aperto le porte al pubblico, mercoledì 29 giugno 2016, il Museo della Pace – MAMT, uno spazio creato dalla Fondazione Mediterraneo, impegnata da oltre 25 anni per il dialogo e la pace nel Mediterraneo e nel Mondo.
Ideato e diretto da Michele Capasso, il Museo ha sede nello storico edificio dell’ex “Grand Hotel de Londres” di Piazza Municipio, nel cuore di Napoli.

Il Museo della Pace, a ingresso gratuito, è una “Casa” per accogliere e proteggere, sottolineano i fondatori della nuova istituzione culturale, e ciò lo si percepisce dalla parola “MAMT”, che in napoletano significa “tua madre”, colei “che accoglie”.
Nei 5 piani del Museo si racconta quello che ha unito e che unisce i popoli del Mediterraneo e del mondo: la musica, la scienza, l’arte, la creatività, l’artigianato, la solidarietà, le tradizioni, i costumi, il cibo, il destino…
Ai visitatori viene offerta l’opportunità di compiere dodici percorsi, detti “emozionali”, basati su importanti temi quali migrazioni, dialogo interreligioso, musica, storie di pace, legalità, attraverso video e oggetti, reperti e testimonianze che hanno contribuito a definire il Museo “patrimonio emozionale dell’umanità” e a conferirgli il titolo di “Museo delle Emozioni”.

Un intero piano del Museo della Pace è dedicato a Pino Daniele. Nella sezione “Pino Daniele Alive“, infatti, viene raccontata, “emozionalmente”, la vita artistica e la musica del grande cantautore e musicista napoletano attraverso video, foto, reperti, strumenti.

Paesi ed istituzioni internazionali – tra cui l’ONU, l’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo ed altri – hanno aderito alla mission del Museo: promuovere attraverso video in alta definizione il “bello” e ciò che ci “unisce”. Nei prossimi 3 anni saranno realizzati in tutto il mondo (partendo dal Mediterraneo) video “emozionali” sull’ambiente, l’arte, l’archeologia, l’architettura, le religioni e su tutto ciò che ci accomuna.
Ma la Fondazione Mediterraneo propone già da adesso – attraverso un sistema dislocato sui 5 piani dell’edificio, e con l’ausilio di 100 videowall di grandi dimensioni – la visione dei primi 200 video realizzati con musiche di Pino Daniele.

Comments are closed.