Salgado, a Forlì le immagini dei luoghi più remoti della Terra

0
Isole South Sandwich, 2009, © Sebastião Salgado - Amazonas Images - Contrasto

Isole South Sandwich, 2009, © Sebastião Salgado – Amazonas Images – Contrasto

A Forlì, presso la Chiesa di San Giacomo in San Domenico, fino al 29 gennaio 2017 è possibile visitare la mostra Genesi di Sebastião Salgado.
Un progetto iniziato nel 2003 e durato 10 anni, un inno d’amore per la terra e un monito per gli uomini, nato da un viaggio alla scoperta della bellezza nei luoghi più remoti del Pianeta. Un viaggio alle origini del mondo per preservarne il futuro.

Il percorso espositivo presenta 245 fotografie in bianco e nero realizzate con lo scopo di immortalare un mondo in cui natura ed esseri viventi vivono ancora in equilibrio con l’ambiente, passando attraverso le foreste tropicali dell’Amazzonia, del Congo, dell’Indonesia e della Nuova Guinea, i ghiacciai dell’Antartide, la taiga dell’Alaska, i deserti dell’America e dell’Africa, fino ad arrivare alle montagne dell’America, del Cile e della Siberia, ma anche una particolare attenzione per gli animali ripresi nel loro habitat naturale. Salgado ha, infatti, vissuto nelle Galapagos tra tartarughe giganti, iguane e leoni marini, ha viaggiato tra le zebre e gli animali selvatici tra il Kenya e la Tanzania, rispondendo al richiamo della natura alla migrazione.
Un’attenzione particolare è riservata alle popolazioni indigene ancora vergini: gli Yanomami e i Cayapó dell’Amazzonia brasiliana; i Pigmei delle foreste equatoriali del Congo settentrionale; i Boscimani del deserto del Kalahari in Sudafrica; le tribù Himba del deserto namibico e quelle più remote delle foreste della Nuova Guinea.

«Genesi non è solo una ricerca estetica – afferma Salgado –  ma anche etica e spirituale in un certo senso, un modo per dire soprattutto alle nuove  generazioni che il Pianeta è ancora vivo e va preservato. Abbiamo fatto una ricerca e abbiamo fatto una scoperta molto interessante: circa il 46% del mondo è ancora come il giorno della genesi, insieme possiamo continuare a fare in modo che questa bellezza non scompaia».

La mostra, ideata da Amazonas Images e curata da Lélia Wanick Salgado, è promossa dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì in collaborazione con il Comune di Forlì e la Settimana del Buon Vivere, ed è organizzata da Civita Mostre in collaborazione con Contrasto.

Comments are closed.