Hugo Pratt e Corto Maltese, 50 anni di viaggi nel mito

0
© 1994 Cong SA, Svizzera. Tutti i diritti riservati - Mostra Hugo Pratt e Corto Maltese

Corto Maltese nelle isole Yap. Avevo un appuntamento
© 1994 Cong SA, Svizzera. Tutti i diritti riservati – Mostra Hugo Pratt e Corto Maltese

Una grande antologica per celebrare Hugo Pratt e il suo personaggio più famoso è aperta al pubblico, fino al 19 marzo 2017, a Bologna, al Museo della Storia – Palazzo Pepoli.

In esposizione oltre 400 opere tra disegni, acquerelli, chine, riviste e rarità. In mostra non solo Corto Maltese ma anche Anna della Giungla (1959), Ernie Pike del 1961, Sg.t Kirk del 1955, e ancora le incredibili tavole e acquerelli di Wheeling e degli Scorpioni del Deserto che conducono il visitatore-viaggiatore nell’Etiopia del 1941-1942 e nelle cui storie a personaggi dell’immaginario si sovrappongono personaggi storici.
Come una sorta di mostra nella mostra, sono esposte tutte insieme per la terza volta da quando sono state create le 164 tavole originali di Una ballata del mare salato, un classico della letteratura disegnata.

L’esposizione, attraverso le opere di Pratt, accompagna il visitatore in un viaggio tra finzione letteraria e biografia; un avvincente racconto segnato da incontri fortuiti, alterne vicende intessute in un panorama storico-geografico che abbraccia l’Africa dell’Italia fascista, come la magia alchemica di Venezia e molto altro ancora.
Mille suggestioni conducono i partecipanti tra le acque dei Mari del Sud fino ai profumi dei vicoli di Samarcanda, in un percorso che è una vera esperienza multisensoriale per vivere con ogni senso un percorso espositivo studiato per essere goduto da appassionati del fumetto e non.

Per l’occasione i Servizi educativi di Genus Bononiae propongono un’offerta didattica rivolta al mondo della scuola e alle famiglie con iniziative appositamente dedicate.

La mostra, curata da Patrizia Zanotti, è realizzata in collaborazione con Cong-Hugo Pratt art properties.

Comments are closed.