Giuseppe Modica, in mostra all’Istituto Italiano di Cultura di Sydney

0

Giuseppe Modica, Atelier - salina 2016 acrilico tela cm.80x120Presso l’Istituto Italiano di Cultura di Sydney fino al 31 gennaio 2017 è allestita la mostra personale di Giuseppe Modica dal titolo Atelier di luce e di memoria.

Presenza tra le più significative nel panorama dell’arte contemporanea italiana, inserito tra l’altro nella Collezione Farnesina del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione, Giuseppe Modica ha creato una serie di opere che indagano le relazioni tra luce, memoria, geometria, singolarità, espresse attraverso una grande perizia tecnica. La sua arte, interrogandosi sul presente, coniuga tradizione ed invenzione, con un un filo rosso che lega passato, presente e proiezione nel futuro: il tempo, la luce e la memoria, strutture portanti dell’opera dipinta, spostati e decentrati dal loro contesto consueto, sono trasferiti in una dimensione altra e collocati in una sospensione straniante e metafisica.

Giuseppe Modica nasce a Mazara del Vallo nel 1953. Studia all’Accademia di Belle Arti di Firenze; vive e lavora a Roma dove dirige la cattedra di pittura all’Accademia di Belle Arti. Navigatore solitario, non assimilabile a gruppi di tendenza, è autore “metafisicamente nuovo” che coniuga tradizione ed innovazione. Apprezzato da storici dell’arte e critici ha esposto in mostre personali a Milano, Roma, Parigi, Colonia, Bologna, Firenze, Palermo e in retrospettive a carattere istituzionale e museale ed in rassegne museali internazionali: VIII Biennale Internazionale Arte Contemporanea de Il Cairo; XIII Quadriennale Arte contemporanea di Roma; VI Triennale dell’incisione, Milano; Novecento Siciliano, a Minsk, Mosca, Barcellona e Palermo; Milano Arte Italiana 1968-2007, Palazzo Reale; Venezia 54° Biennale di Venezia, Arsenale padiglione Italia; Bad Frankenhausen Panorama Museum.

La mostra, curata da Donatella Cannova – direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Sydney, è realizzata nell’ambito delle attività di promozione dell’arte contemporanea italiana.

Comments are closed.