Renato Mambor. Connessioni invisibili – Mostra a Milano

0

Renato Mambor: Pensatori fuori casa, 72x103, smalto, acrilico su cartone, 2014A Milano, presso la Galleria Gruppo Credito Valtellinese, refettorio delle Stelline, dal 9 febbraio al 27 marzo 2017 è in programma la mostra ” Renato Mambor. Connessioni invisibili “.

L’esposizione indaga una personalità tra le più originali e complesse del secondo Novecento Italiano e lo fa mettendo in luce, a tutto tondo, la poliedrica figura dell’uomo e dell’artista.

«Voglio fare di tutto, ballare, cantare, scrivere, recitare, fare il cinema, il teatro, la poesia, voglio esprimermi con tutti i mezzi, ma voglio farlo da pittore perché dipingere non è un modo di fare ma un modo di essere». In una frase Mambor così offre una precisa immagine del suo essere artista.

Protagonista della ricerca nelle arti visive dagli ultimi anni Cinquanta, è uno dei primi a sconfinare dalla pittura verso altri linguaggi: fotografia, cinema, performance, installazioni e il teatro, per tornare comunque sempre alla pittura.
Continuando a lavorare sul linguaggio e sugli elementi costitutivi dell’arte, Renato Mambor ha avviato una sperimentazione sul rapporto tra organismo e ambiente, tra arte e vita, sul cambiamento dello sguardo e dei punti di vista, sulle relazioni interne ed esterne, su separazione e unità.

Negli oltre 55 anni di impegno artistico, ha rinnovato instancabilmente le forme e approfondito la conoscenza di sé, inventando dispositivi di comunicazione che coinvolgessero lo spettatore, lasciando opere, anche inedite, di grande valore per la contemporaneità.

Dominique Stella, con Cristina Quadrio Curzio e Leo Guerra, ha selezionato per questa retrospettiva circa 80 pezzi, datati dai primi anni Sessanta sino al 2014, con le ultimissime creazioni. Sono opere che documentano le diverse espressioni, i molteplici linguaggi di Mambor: pittura, fotografia, performances installazioni, testimonianze fotografiche del suo teatro sperimentale.

Completa l’esposizione la proiezione di un documentario sull’artista e una performance teatrale con Paola Pitagora e Igor Horvat.

La mostra è prodotta e organizzata dalla Fondazione Gruppo Credito Valtellinese con l’Archivio Renato Mambor di Roma e MS Spazio Cultura di Brescia.

Comments are closed.