Ron al Festival di Sanremo con “L’Ottava Meraviglia”

0

Ron, foto di Julian HargreavesRon sarà per la settima volta in gara al Festival di Sanremo con il brano “L’Ottava meraviglia”, di cui è autore insieme a Mattia Del Forno, Francesco Caprara ed Emiliano Mangia.
Il cantautore ha fatto il suo esordio sul palco dell’Ariston a soli 16 anni in coppia con Nada e ha vinto il Festival nel 1996 in coppia con Tosca con il brano “Vorrei incontrarti fra cent’anni”.

Dopo essere stato impegnato con “La forza di dire sì tour”, oltre 40 date in prestigiose location italiane tra la primavera e l’estate 2016, Ron tornerà live il 6 marzo 2017 al Teatro Arcimboldi di Milano con uno speciale e imperdibile evento benefico a sostegno di AISLA, l’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, e della ricerca sulla SLA. Sul palco insieme a Ron amici e colleghi del mondo dello spettacolo.

L’album “La forza di dire sì”, l’ultimo progetto discografico di Ron, è disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming. “La forza di dire sì” è un doppio album contenente 24 duetti con grandi artisti della musica italiana sui brani più conosciuti di Ron e 2 suoi brani inediti, “Aquilone” e “Ascoltami”.
Tra i duetti contenuti nel disco, spiccano quello con Lucio Dalla sulle note di “Chissà se lo sai” e quello con Pino Daniele in “Non abbiam bisogno di parole”, un omaggio a due grandi e indimenticabili artisti.

Rosalino Cellamare, in arte Ron, è uno dei più amati cantautori italiani. Fin da ragazzino, manifesta un’innata passione per la musica, e fin da allora la sua carriera è costellata di successi, esperienze e collaborazioni.  Nel 1970, a sedici anni, sale sul palco del Festival di Sanremo insieme a Nada, conquistando il settimo posto con “Pa’ diglielo a ma’”. Nel 1971 suscita attenzione la sua partecipazione al Disco per l’estate con il brano “Il gigante e la bambina”. La sua carriera come autore comincia nel 1972, quando scrive la musica di “Piazza Grande”, presentata poi a Sanremo da Lucio Dalla. Indimenticabili alcune sue canzoni: “Non abbiam bisogno di parole”, “Anima”, “Joe Temerario”, “Vorrei incontrarti fra cent’anni”, “Attenti al Lupo”. Negli anni Novanta, Ron riesce finalmente a coronare un sogno: la realizzazione di un proprio studio di registrazione, l’Angelo Studio, che ospita da anni grandi artisti italiani e internazionali. Nel 2014 Ron ha pubblicato la sua autobiografia “Chissà se lo sai”, edita da Piemme Spa (Gruppo Mondadori) per la collana Piemme Incontri.

Comments are closed.