Maestri contemporanei di calligrafia giapponese in mostra al MAO di Torino

0
Usuda Tosen - "Mostra Shodo. L’incanto del segno. Maestri contemporanei di calligrafia giapponese"

Usuda Tosen – “Mostra Shodo. L’incanto del segno. Maestri contemporanei di calligrafia giapponese”

Shodo. L’incanto del segno. Maestri contemporanei di calligrafia giapponese” è il titolo della mostra che, dal 2 al 19 marzo 2017, resterà aperta al pubblico al MAO Museo d’Arte Orientale di Torino.

In esposizione 95 opere di 95 artisti calligrafi giapponesi, 62 sho – calligrafie vere e proprie – e 21 ventagli, 11 opere intagliate su legno, una grande opera di sette metri raccolta a libro. Il percorso di visita costituisce un’occasione rara per apprezzare diverse tipologie di lavori dei più autorevoli artisti giapponesi di calligrafia contemporanea.

Spicca tra i maestri Usuda Tosen insignito del premio più importante in questa forma d’arte, il “Mainichi Shodo Kensho”, e considerato un luminare soprattutto per la tecnica dell’intaglio sul legno.
Accanto a lui, Yanagisawa Kaishu, ideatore e disegnatore del logo del campionato mondiale di calcio Corea/Giappone del 2002, Nagai Oshu, maestro di calligrafia, di cerimonia del tè e di ikebana, Inoue Kyoen, importante maestra di calligrafia e tra le poche donne ad aver avuto riconoscimenti a livello nazionale, nota soprattutto per la sua opera ispirata al Monte Fuji.

In Oriente la calligrafiashodō, “via della scrittura” – è considerata una forma d’arte vera e propria; anzi, è arte per eccellenza insieme a pittura e poesia, in quanto le tre forme espressive non possono essere completamente disgiunte l’una dalle altre. Tradizionalmente esse sono i mezzi attraverso cui l’artista (letterato, colto, elitario) dà voce al proprio sentire o – in maniera contraddittoria solo per le nostre menti occidentali – annulla il proprio io e lascia che la natura trovi espressione sulla carta o sulla seta attraverso il suo cuore e la sua mano, il pennello e l’inchiostro. Il carattere viene usato in numerose occasioni per contraddistinguere la pratica di un’arte che richiede un impegno costante e che in diversi modi può assumere le caratteristiche di un “percorso” che conduce, tramite un perfezionamento tecnico, a un affinamento interiore dell’individuo.

La mostra realizzata in collaborazione con ViaggioinGiappone by J&W Travel è sostenuta da AIACC (Association for International Advancement of Calligraphic Culture) con il Patrocinio del Consolato Generale del Giappone a Milano.

Comments are closed.