Open House Roma 2017, alla scoperta del patrimonio architettonico della Capitale

0
Open House Roma 2017 - Chiostro del convento di S. Maria sopra Minerva

Open House Roma 2017 – Chiostro del convento di S. Maria sopra Minerva

È in programma, il 6 e 7 maggio 2017, la sesta edizione di Open House Roma, l’evento internazionale che, gratuitamente e in un solo weekend, apre le porte dell’architettura più bella e rappresentativa della Capitale.

Anche in questa edizione Open House Roma coinvolge decine di edifici storici, monumentali, museali e siti archeologici, luoghi significativi dell’immenso patrimonio architettonico di Roma.

Il programma è suddiviso in 5 aree tematiche: Città della conoscenza, Attraversare la storia, Architettura del quotidiano, Abitare, Factory e produzione creativa.

Tra le tante novità l’apertura straordinaria della sede della FAO in Viale Aventino, con la splendida terrazza affacciata su Roma, ma anche la visita speciale all’Agenzia Spaziale Italiana durante la quale si racconterà la vita sulla Stazione Spaziale, un grande laboratorio che galleggia a 400 km dalla Terra, così come la splendida visita al Palazzo delle Finanze sede del Ministero dell’Economia e delle Finanze.
Si potrà, anche, visitare il bellissimo Palazzo della Civiltà Italiana, oggi sede dello storico marchio dell’alta moda Fendi, con accesso privilegiato alla terrazza; si scenderà poi nel cuore della città sabato 6 maggio con la visita alla Stazione San Giovanni della Metro C, un vero e proprio viaggio nel tempo attraverso gli strati archeologici della città raccontati da un allestimento museale.

Tante le case private aperte durante l’evento al cui interno architetti e progettisti ne racconteranno le caratteristiche, tra le altre Casa Baccina dell’architetto Massimo Adario o il Loft Metropolitano di Matca Studio.
Inoltre in programma 30 tour e 50 eventi speciali tra cui Il Futuro passa da qui, previsto per entrambe le giornate, che trasformerà gli spazi dell’Ex Pastificio Pantanella, oggi sede di AIL e GIMEMA onlus, in un laboratorio per rileggere Roma attraverso le sue molte vesti e per far crescere la voglia di progettualità, di ambizione, di futuro e che ospiterà domenica sera alle 19.00 la festa di chiusura di Open House Roma; ma anche Banda Larga a Piazza Tevere, previsto per sabato alle 18.30 a cura di Tevereterno durante il quale musicisti in formazione di banda si esibiranno sulla banchina del Tevere.

Open House Roma vuole, per questa sua sesta edizione, allargare i suoi orizzonti e il suo sguardo sulla città offrendo un importante momento di confronto, analisi e scambio, inaugurando il suo ricco weekend con Urbanitas, 1° Forum per una città sostenibile, resiliente e creativa, in programma il 4 maggio presso il MAXXI Museo delle Arti del XXI secolo e il 5 maggio alla Sala Convegni AIL in Via Casilina 5.

Alla sua prima edizione, Urbanitas coinvolgerà istituzioni, enti di ricerca, imprese, cittadini, stakeholder nazionali e internazionali per promuovere un dialogo sul futuro di Roma, città-laboratorio in cui far confluire pratiche e progetti e sperimentare proposte concrete in 5 aree tematiche specifiche: governance e beni comuni, co-design, distretti creativi, mobilità dolce e sostenibilità.

Due, dunque, gli appuntamenti da segnare in agenda per il prossimo maggio, entrambi resi possibili grazie al lavoro dell’Associazione OPEN CITY ROMA, dei suoi partner e dei più di 500 volontari tra studenti, professori, architetti e semplici appassionati, che ogni anno fanno sì che i tesori della Capitale possano di nuovo rivelarsi a tutti.

Comments are closed.