Roma, al Vittoriano l’arte contemporanea cinese

0
Due opere di arte contemporanea cinese: Yan Ping, I’m Actually a Man, 2013. Oil painting on canvas, 180x200 cm; He Lin, Famous Brands, 2007. Multi-colored woodcut, 70x70 cm.

Due opere di arte contemporanea cinese: Yan Ping, I’m Actually a Man, 2013. Oil painting on canvas, 180×200 cm;
He Lin, Famous Brands, 2007. Multi-colored woodcut, 70×70 cm.

La Sala Giubileo del Complesso del Vittoriano – Ala Brasini di Roma fino al 28 maggio 2017 ospita la mostra Arte e pace. L’arte contemporanea cinese.

L’esposizione si inserisce nell’ambito del ricco e interessante programma di eventi dal titolo L’Arte cinese viaggia nel mondo che comprende una serie di mostre itineranti a livello internazionale volte a fornire un interessante spaccato delle tendenze e degli stili dell’arte contemporanea cinese.

La mostra, che vede l’Italia protagonista assoluta della prima tappa, con le sue 40 opere tra pitture, stampe e sculture, scelte tra le migliori del genere, si distingue per la grande vivacità di stili e di tecniche.
Il tema scelto, quello della Pace, su cui si sviluppa l’intero percorso narrativo, ripercorre le tematiche proposte alla Biennale Internazionale di Pechino.

Arte e pace è organizzata dalla China Artists Association, fondata nel 1949, con sede a Pechino. Composta da artisti di tutti i gruppi etnici cinesi, è la più grande  organizzazione artistica statale cinese con oltre 15.000 membri, tra i quali i più influenti studiosi d’arte e di belle arti della Cina. Fin dalla sua istituzione, la CAA si è impegnata ad incentivare rapporti amichevoli e scambi artistici e culturali, per promuovere lo sviluppo e la prosperità delle belle arti nel mondo.

La mostra, sotto l’egida dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano e con il patrocinio di Regione Lazio e di Roma Capitale, è organizzata dalla CAA in collaborazione con l’Associazione degli Artisti Cinesi in Italia e Arthemisia. Il progetto è finanziato dal China National Arts Fund.

Comments are closed.